Cerca

Mazzarri resta in scia per il terzo posto

Il Milan di Allegri è una pena
L'Inter vince un orrendo derby

Zero gioco, tanti errori, pochissime occasioni. Nel secondo tempo i rossoneri spariscono dal campo e Palacio li punisce a cinque minuti dalla fine

Il Milan di Allegri è una pena
L'Inter vince un orrendo derby

In uno dei derby più tristi e scialbi del calcio italiano, il Milan di Allegri va a picco, affondato da un tocco sotto rete dell'interista Palacio al 40' del secondo tempo. Quello visto con i rossoneri è stato forse il peggior Milan della stagione: mai pericoloso, pasticcione, incapace di mettere insieme tre passaggi filati, assolutamente nullo in attacco, dove Balotelli non ne ha fatta una giusta e Matri, messo dentro nell'ultimo quarto d'ora, è stato il solito fantasma. La differenza l'ha fatta la condizione fisica: i cambi di Mazzarri (Kuzmanovic e Kovacic) hanno dato tono alla manovra nerazzurra, permettendo a Palacio di spaziare nella sbandata difesa rossonera, dove il solo Bonera è sempre stato presente. nel primo tempo, giuste proteste degli intersiti per una falciata di Zapata in area ai danni di Palacio. Era rigore mal'arbitro Mazzoleni ha lasciato giocare. Il gol è arrivato negli ultimi minuti, proprio alla terza o quarta sfuriata di Palacio, il migliore dei suoi, che ha toccato sotto porta un pallone messo in area da Guarin.

Negli ultimi minuti finisce pure in rissa, con la frustrazione dei rossoneri che sfocia nel cartellino rosso a Muntari (forse il migliore dei suoi). L'Inter sale a quota 31 e resta in scia nella corsa verso il terzo posto. Il Milan è ormai impantanato sotto la metà della classifica. Incapace di vincere e, ormai, anche incapace di tenere un pareggio.

di Matteo Legnani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arauia

    23 Dicembre 2013 - 12:12

    Ho sempre ritenuto che Balotelli non fosse il giocatore osannato da commentatori e giornali sportivi. Non comprendo chi lo ha voluto al Milan. Nella partita ha dimostrato quello che è sempre stato: Rissoso, cascatore di professione, ha sbagliato tutti passaggi, ha tirato nell'unico posto dove la rete non c'era. Mettetelo a dormire.Con lui il Milan non farà strada.

    Report

    Rispondi

blog