Cerca

La 18esima giornata

Serie A, il Napoli batte la Samp con Mertens. Milan, festa per Kakà

Al San Paolo 2-0 alla Samp, azzurri a -2 dalla Roma. A San Siro Atalanta ko 3-0, segna baby Cristante. Il Verona di Toni vola. Alle 18.30 Lazio-Inter

Serie A, il Napoli batte la Samp con Mertens. Milan, festa per Kakà

Il Napoli approfitta della sconfitta della Roma sul campo della Juventus e batte la Sampdoria 2-0 nell'anticipo della 18esima giornata di Serie A. Il Milan domina un tempo, soffre per 20 minuti e poi fa festa con Kakà e Cristante che stendono l'Atalanta. Continua il volo incredibile del neopromosso Verona: un super Toni trascina l'Hellas al successo in casa dell'Udinese. E' bagnato dalla vittoria il ritorno di Edy Reja sulla panchina della Lazio: i biancocelesti battono l'Inter di Walter Mazzarri con una pregevole rete di Miroslav Klose.

Ci pensa Miro - Match intenso, ma non certo spettacolare quello dell'Olimpico di Roma. La prima frazione di gioco, che ha visto i biancocelesti di Reja (prima in panca dopo essere subentrato al licenziato Vladimir Petkovic) padroni del campo, è terminata sul risultato parziale di 0-0. Nella seconda frazione è cambiato il protagonista in campo (meglio l'Inter), ma non l'antifona: tanto agonismo e poco divertimento. A decidere la gara una splendida rete (destro al volo dal cuore dell'area di rigore) del bomber tedesco Klose. Pessimo inizio di 2014 per la Beneamata, carente nel gioco e nella qualità.

Sulle ali di Mertens - La squadra di Rafa Benitez vola sulle ali del belga Mertens (nella foto), autore della sua prima doppietta italiana: il talentoso esterno ex Psv ha segnato all'8' della ripresa con un bel destro di prima intenzione da centro area su imbeccata perfetta di Higuain dalla destra. Il raddoppio arriva al 17', su punizione dal limite che sorprende Da Costa. Nel finale i blucerchiati sfiorano la rete con Pozzi, il cui mancino a giro colpisce entrambi i pali prima di finire tra le braccia di Rafael. In classifica, il Napoli risale a -2 dalla Roma, a quota 39, e a -10 dalla capolista Juventus campione d'inverno con 49 punti. 

Balotelli, influenza o maldipancia? - Il Milan, impegnato a San Siro con l'Atalanta in quella che il tecnico rossonero Massimiliano Allegri, agli ultimi mesi in rossonero, ha definito "una sfida salvezza", festeggia i gol numero 100 e 101 in rossonero di Kakà e il primo in A del baby Cristante, tra i migliori in campo. Contro i bergamaschi il primo tempo è tutto di marca rossonera, che sprecano tanto con Robinho, Matri e Nocerino, colpiscono una traversa proprio con Cristante e passano solo in contropiede, con Emanuelson che imbecca Kakà, piattone destro e 1-0. Tutto facile? No, perché la ripresa è un assalto all'area di Abbiati: Moralez e Bonaventura non hanno la mira giusta, Denis calcia sul portiere da due passi, Zapata salva in modo rocambolesco un paio di mischie clamorose. Poi ci pensa Kakà a chiudere il conto dopo un cross teso dalla destra ciccato malamente dal solito, ineffabile Robinho. E nel giro di pochi minuti arriva anche la gioia per il più bravo in campo, Cristante, a segno con un destro chirurgico da fuori per il 3-0. 

La febbre di Balotelli - Mezzo giallo su Mario Balotelli, bloccato in panchina da un attacco influenzale ma entrato nel secondo tempo al posto di un inguardabile Matri. Qualcuno però a Milanello insinua che non si sia trattato di una semplice indisposizione fisica, ma di una raiolata. Dall'Inghilterra molti hanno rilanciato l'ipotesi di un ritorno di Supermario in Premier League, e in particolare al Chelsea. Per ora di offerte vere in via Aldo Rossi non ne sono arrivate, ma come da copione quando si tratta di calciomercato agli assistiti di Mino Raiola (vedi Zlatan Ibrahimovic) la Befana porta sempre più maldipancia che carbone. In ogni caso Balo ha risposto bene ai dubbi e alla febbre: il secondo gol di Kakà è merito di un suo cross teso dalla destra. 


Rossi, mezzo sospiro di sollievo - Tra gli altri risultati, da segnalare il 3-1 del Verona a Udine con 2 gol di Toni e uno di Iturbe a -4 dalla Fiorentina e in piena zona Europa League. Ai viola di Montella la vittoria 1-0 sul Livorno ha però portato la pessima notizia dell'ennesimo infortunio di Giuseppe Rossi. Il 26enne nazionale azzurro ex Villarreal può tirare un sospiro di sollievo: nessuna rottura del legamento del ginocchio destro, ma un semplice "trauma distorsivo con lesione di secondo grado del legamento collaterale mediale". Rossi, già gravemente infortunato allo stesso ginocchio ai tempi del Villarreal, probabilmente dovrà restare ai box per un paio di mesi abbondanti, ma perlomeno ha speranze di tornare in tempo per il Mondiale brasiliano. Nei prossimi giorni verrà operato dal professor Steadman, lo stesso chirurgo che gli aveva ricostruito il crociato. 

di Claudio Brigliadori 


Risultati 18° turno Serie A

Chievo-Cagliari 0-0
Fiorentina-Livorno 1-0
Juventus-Roma 3-0
Napoli-Sampdoria 2-0
Catania-Bologna 2-0
Genoa-Sassuolo 2-0
Milan-Atalanta 3-0
Parma-Torino 3-1
Udinese-Verona 1-3
Lazio-Inter 1-0

Classifica

Juventus 49
Roma 41
Napoli 39
Fiorentina 36
Verona 32
Inter 31
Torino 25
Lazio 23
Parma 23
Genoa 23
Milan 22
Cagliari 21
Udinese 20
Sampdoria 18
Atalanta 18
Chievo 16
Bologna 15
Sassuolo 14
Livorno 13
Catania 13

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog