Cerca

Calcio e fisco

Nocerina, arrestato il presidente: "Versava gli stipendi in nero"

Altri guai dopo il "derby farsa": arrestato Citarella. Sequestrato il 42% del capitale sociale del club

Giovanni Citarella

Giovanni Citarella

Dopo il derby-farsa, altri guai per la Nocerina: finisce in manette il presidente, Giovanni Citarella, arrestato dalla Guardia di Finanza. Secondo quanto ricostruito dall'indagine delle Fiamme Gialle, il patron avrebbe versato lo stipendio in nero a calciatori ed allenatori. Per l'accusa sia i giocatori sia gli altri dipendenti e tesserati della società (dagli allenatori ai magazzinieri) avrebbero ricevuto consistenti somme di denaro sottobanco. I militari della Gdf, che hanno eseguito una serie di perquisizioni, hanno anche sequestrato il 42% del capitale sociale della Nocerina. Insieme a Citarella sono finiti in carcere anche suo fratello, Christian, e il cognato di quest'ultimo. Le accuse ipotizzate nell'ordinanza di custodia cautelare firmata dal Gip di Salerno sono, a vario titolo, quella di associazione a delinquere finalizzaata all'emissione di fatture false e all'intestazione fittizia di beni. Della Nocerina, come detto, si era parlato a lungo dopo i fatti dello scorso 10 novembre, quando si disputò il derby-farsa con la Salernitana, interrotto dopo soli 20 minuti di gioco per i falsi infortuni dei gicatori rossoneri, inscenati dopo le minacce di morte subite da una parte degli ultras.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog