Cerca

25esima giornata

Calcio, serie A: Milan corsaro con la Samp, Inter fermata dal Cagliari

I rossoneri, dopo la delusione in Champions, ritrovano la vittoria coi due nuovi arrivati Taarabt e Rami; l'Inter non sa più vincere. Stasera il derby della Mole

Calcio, serie A: Milan corsaro con la Samp, Inter fermata dal Cagliari

Era forse il derby più atteso da anni quello che si è giocato questa sera allo Juventus Stadium. Soprattutto per merito del Torino, che sta disputando un campionato eccezionale, e che si pensava capace di tener testa ai campioni d'Italia. E così è stato, almeno nella ripresa, quando i granata hanno tenuto il controllo di palla e gioco per tutti i quarantacinque minuti. La posta, però, se la sono portata a casa i bianconeri di Conte grazie a un gol siglato al trentesimo del primo tempo da Carlitos tevez, al suo quattordicesimo centro in Serie A. Al termine della gara, granata furiosi per un rigore netto non accordato per uno sgambetto di Pirlo a El Kaddouri in piena area.

Negli incontri del pomeriggio della venticinquesima giornata, il Milan si lascia dietro le spalle la delusione patita mercoledì in Champions con l'Atletico Madrid e a Marassi si impone per 2 a 0, grazie alle reti di due nuovi arrivati nel mercato di gennaio: Taarabt (al 12') e il difensore Rami (al 13' del secondo tempo). Nella rincorsa al quinto posto che vale l'Europa (quella di "serie B" della Europaleague, ma meglio che niente), i ragazzi di seedorf compiono un primo passo in avanti rispetto all'Inter, che dopo l'arrivo di Thohir alla presidenza paiono davvero non essere più capaci di vincere: a San Siro col Cagliari finisce 1-1, con i nerazzurri che sono anche stati sotto (vantaggio sardo con Pinilla al 39' e pareggio interista con Rolando al 6' della ripresa). Bene le due veronesi: il sempre sorprendente Hellas passa corsaro a Livorno per 3 a 2 grazie alle reti di Jankovic, Romulo e Toni (di Greco e Paulinho le reti dei toscani) mentre il Chievo si sbarazza del catania 2-0 grazie a Rigoni e Thereau. Pari a Udine tra Udinese (Di Natale) e Atalanta (Brivio).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi primo

    27 Febbraio 2014 - 19:07

    il dito di vidal era il medio e ammesso e non concesso fosse un altro dito della mano, fosse stato Balotelli sarebbe stato riproposto più di una volta, anche fosse stato il mignolo sarebbe stato comunque offensivo. Chiedo a voi giornalisti di riproporci quel frammento di filmato. Non ci vuol molto con i potenti mezzi che avete!

    Report

    Rispondi

  • liberoblog

    26 Febbraio 2014 - 12:12

    @Agostino di quale regolamento parli? Se cianci facendo l'esempio del Genoa sbagli, perché il Genoa fu mandato in C retrocedendolo di una serie. In B c'era appena andato di sua sponte, diciamo. La Juve è stata retrocessa inserendo ex post un articolo (illecito strutturato) applicandolo retroattivamente (il che sarebbe pure lievemente illegale). Non esistono artt. 6 a suo carico, tant'è che sia i campionati che i sorteggi arbitrali sono stati giudicati regolari. In effetti esiste pure una relazione di Palazzi che afferma che invece di art. 6 (illecito) si può parlare per la seconda squadra di Milano, quella che s'è vista recapitare lo scudetto 2005/06 (campionato MAI oggetto d'indagine). Purtroppo la prescrizione era scattata guarda caso qualche giorno prima che venisse pubblicata. Accidentaccio che disdetta! Per spedire in B la Juve sono bastati 20 giorni, per altri le indagini non finivano mai. Eh sì, per la Juve c'è sempre un occhio di riguardo.

    Report

    Rispondi

  • liberoblog

    26 Febbraio 2014 - 12:12

    il dito di Vidal era l'indice non il medio. Stava parlando con Rizzoli e se fosse stato il medio stai sereno che lo cacciava. Per quanto concerne i cartelli, sai, i cretini si annidano ovunque. Spero che tu voglia essere così coerente da prendertela anche con quelli che, da anni ormai, indossano/scrivono/cantano "-39" e cose simili. Gli arbitri, faccio presente, sono quelli del post calciopoli. Andato via Moggi dicevate che sbagliavano in buona fede. Devono averla consumata tutta, evidentemente. L'inter si lamenta perché da 25 giornate non riceve rigori a favore? E' la stessa inter che detiene il 2° miglior record di giornate senza rigori contro? Per la cronaca, 53 giornate (e picchiavano come fabbri, tant'è che ci giocava pure Materazzi). E indovinate che squadra detiene il miglior record in assoluto con 99 giornate senza rigori contro?

    Report

    Rispondi

  • gigi primo

    25 Febbraio 2014 - 08:08

    rigore no. Tutti fermi sul rigore, e si dimenticano i falli del buon vidal e quel dito che ad ogni altro 'balotelli' sarebbe costata l'espulsione diretta! a lui no! e andiamo sugli 'sportivi' supporter con cartelli 'storici' di gusto agnellesco!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog