Cerca

Turchia, fa l'arbitro ma è gay

Espulso dalla categoria

Turchia, fa l'arbitro ma è gay
 Dopo tredici anni di attività, un arbitro viene cacciato perché omosessuale. Succede in Turchia dove Halil Ibrahim Dincdag, 33 anni, si è visto rifiutare il rinnovo della licenza per arbitrare dopo che aveva dichiarato la propria omosessualità in televisione. La scelta delle autorità sportive però è finita al centro di un grosso scandalo che sta montando nel paese: Dincdag, originario di Trabzon e arbitro del campionato locale, infatti non ha nessuna intenzione di mollare la presa e ha iniziato la sua battaglia in tribunale e sulla stampa. “Hanno distrutto la mia vita – ha dichiarato l’uomo ai media – e quindi li combatterò fino alla fine”.  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luigigiggi1962

    25 Giugno 2009 - 20:08

    cosi si fa', perche il gay non si sa' se e' uomo o donna. bravi i turchi

    Report

    Rispondi

blog