Cerca

Milan, arriva Onyewu

preso a parametro zero

Milan, arriva Onyewu

Saldi estivi: il Milan targato Leonardo ha messo a segno il suo primo acquisto. Si tratta di Oguchi Onyewu, il difensore centrale americano di 27 anni e di origini nigeriane, che arriva a titolo definitivo dallo Standard Liegi, a fine contratto.
Onyewu ha anche passaporto belga e ha sottoscritto un contratto con scadenza 30 giugno 2012. “Quest'operazione - si legge in una nota del Milan - testimonia, una vota di più, gli eccellenti rapporti di amicizia fra la nostra società e lo Standard Liegi e, in particolar modo, con il suo Vice presidente esecutivo Luciano D'Onofrio”.
Il difensore, alto 195 cm, si era messo in mostra durante la recente Confederations Cup, dove con la sua nazionale era arrivato fino alla finale persa 3-2 con il Brasile.
I rossoneri sono però soprattutto alla ricerca di un attaccante. Piace Klaas Jan Huntelaar, ma l'attaccante olandese è anche nel mirino di Alex Ferguson che, secondo il Sun, dopo aver perso Benzema ha deciso di puntare sul giocatore del Real Madrid.
Secondo il quotidiano inglese, il Manchester è pronto a offrire 20 milioni di sterline (più di 23 milioni di euro) per Huntelaar, ormai chiuso nel Real. Anche il Milan ha pensato all'olandese, Galliani ha ammesso l'esistenza della trattativa con il club 'blanco', ma l'impressione è che Huntelaar sia la prima alternativa a Luis Fabiano, il brasiliano del Siviglia che è la prima scelta di Leonardo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    09 Luglio 2009 - 12:12

    Se in una compravendita di giocatori i contratti fossero stilati con esauriente dettaglio di clausole...forse certe sorprese finali si potrebbero evitare a cautela dei firmatari (l'inciampo sulla cessione di Marchionni alla Fiorentina, poteva anche essere prevista ?). Si dice che l'Italia sia la patria del Diritto...ma sicuramente nel calcio c'è libertà di comportamento dove...al giocatore viene lasciata troppa libertà "di richiesta"...a scapito delle Società che finiscono per subirli...con richieste di aggiornamento ingaggi e quant'altro.Le stesse Società (di manica larga),forse, sono anche magnanime nell'accontentare desideri di certi giocatori (in corso d'opera) che attraversano buoni periodi...ma, di contro, dovrebbero penalizzare i periodi negativi...ed allora assisteremmo ad un'altalena di prestazioni, variamente retribuite ? Insomma, si dovrebbe tornare ad un maggior "rigorismo" del rispetto dei contratti firmati. Con la stessa Federazione vigilante ad intervenire, se possibile, su ventilate irregolarità di presunti comportamenti che tutelino anche le stesse Società. La stessa stampa sportiva si sporge troppo, con titoloni da prima pagina,su notizie neppure ufficiali,scommettendo sul buon fine delle stesse. Il lettore vorrebbe più certezze e non doversi poi ricredere sulle "bufale" !! ...Ma la seconda maglia della Juve, color acciaio, vorrà forse essere un ossequio all'Avvocato soprannominato "Giuanin lamiera"? Potrebbe starci. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    08 Luglio 2009 - 18:06

    Quasi "scimmiottando" il Real, e sicuramente più in piccolo, si comprano i giocatori che altri hanno provveduto a far crescere; al tifoso sta bene anche così perchè i grandi nomi brillano sempre e non stancano mai, creando nuovo interesse per il gruppo...ma la bontà ed esistenza degli osservatori ed analisti della società, che fine hanno fatto ? A questo punto vedo su un gradino superiore (almeno nel tentativo) il Milan, che vende, con un bel colpo di mercato, Kakà e prende, a parametro zero, dal Liegi, il Nigeriano USA Onyewu. Ma non condividendone la sbandierata strategia dei saldi di...fine agosto..almeno per quel blasonato Milan, divenuto improvvisamente il parente "bisognevole",e comunque, arrivato,sembra, primo sul muscolare A. Santos del Corinthians. Portafogli : chi li chiude e chi li apre !!! Il calcio sta presentando strani conti che i tifosi finiscono per non capire...il d.s. A. Secco, con le varie "magre" rimediate in due anni...premiato come "migliore...nel suo campo"... l'osservatore Castagnini promosso dalla società a ranghi superiori (...senza mai aver visto arrivare, dalle lontane terre...una giovane promessa). La Juventus, comunque, ha finalmente deciso di giocare da "Grande" e questo è quello che i tifosi volevano... con una espressa connotazione brasiliana che costituisce la grande novità. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

blog