Cerca

Massa, il peggio è passato

I medici: ci vede bene

Massa, il peggio è passato
Da Budapest arrivano notizie rassicuranti: Felipe Massa vede bene dall’occhio sinistro, quello rimasto ferito dall’incidente di sabato scorso nel corso delle qualifiche per il Gp di Hungaroring, quando una molla che si era staccata dalla Brawn Gp di Rubens Barrichello, colpendolo a quasi 300 km/h sul casco. Il brasiliano sta meglio anche dal punto di vista delle capacità neuromotorie. Sono questi i confortanti responsi che arrivano dall'ospedale Aek di Budapest.
Sul problema oculare, è il medico personale di Felipe Massa, nonché responsabile medico del Gp del Brasile, Dino Altman, presente a Budapest, a professare ottimismo. "Felipe ha aperto l'occhio sinistro e ci vede". "Non ci sono - ha proseguito Altman - danni apparenti. L'occhio è morfologicamente sano".
Esclusa una seconda operazione - Anche sul fronte delle capacità neuromotorie, il brasiliano migliora. "Possiamo anticipare che Massa lascerà la clinica sulle sue gambe e se continua a recuperare con questa velocità potrebbe farlo tra 10 giorni", ha dichiarato Peter Baszo, neurologo dell'ospedale AEK di Budapest, alla tv ungherese. È ottimista anche il vicedirettore generale del nosocomio, Andor Grosz: lo stato di salute di Felipe Massa migliora continuamente, gli è stata tolta la macchina per la respirazione e può comunicare con la famiglia, ha spiegato. "Nelle ultime 24 ore la situazione è cambiata molto: Massa può parlare, può muovere gli arti, non ha febbre, gli abbiamo tolto la macchina di respirazione", ha detto il sanitario. È stato escluso anche un nuovo intervento.
Tante buone notizie, per quanto i medici ungheresi predichino calma e pazienza. Sui possibili danni alla vista, Robert Veres, responsabile del reparto di neurochirurgia dell'ospedale ha sintetizzato: "La sua vita non è più in pericolo, ma non è ancora possibile stabilire con certezza quanto le lesioni all'occhio possano condizionare la sua carriera".
"Lo aspettiamo presto" - La conferma che le condizioni del pilota brasiliano siano migliorate, arriva anche dalla Ferrari. "Felipe sta meglio, sta facendo progressi incoraggianti. Lo aspettiamo presto”, ha detto il team principal della scuderia di Maranello Stefano Domenicali lasciando l'ospedale di Budapest dove stamani ha fatto visita la pilota brasiliano. "Mi ha riconosciuto, mi ha teso la mano per salutarmi - ha aggiunto Domenicali - e mi ha detto di non ricordare nulla dell'incidente". Il manager ha poi sottolineato che "i dati sono confortanti ma è meglio essere prudenti. Gli ho detto che lo aspettiamo. Il futuro? cerchiamo di capire come reagirà poi prenderemo le nostre decisioni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog