Cerca

F1, Shumi getta la spugna

Al suo posto un collaudatore

F1, Shumi getta la spugna
Clamoroso: Michael Schumacher non tornerà in Formula 1, non sostituirà Felipe Massa al volante della sua Ferrari dal Gp di Valencia. Il campione tedesco getta la spugna per problemi fisici: «Ieri sera- scrive sul suo sito ufficiale- ho dovuto informare il presidente Luca di Montezemolo e il direttore del team Stefano Domenicali che non sono in grado di sostituire Felipe. Ho provato di tutto per rendere possibile il mio ritorno temporaneo alle corse, ma non ce l'ho fatta. Non possiamo controllare il dolore al collo che ho accusato dopo i test privati al Mugello, nonostante in trattamenti medici e fisioterapici. Le conseguenze degli infortuni causati dall'incidente in moto di febbraio, le fratture nell'area della testa e del collo sono tornate più pesanti di quel credevo. Il mio collo non può sopportare gli stress estremi della Formula 1. Questo è risultato evidente dagli esami che abbiamo fatto nelle passate due settimane. Mi spiace nel profondo, per tutti, e non mi resta che continuare a tifare per tutto il team».

Al suo posto Luca Badoer, pilota tester-collaudatore della scuderia Ferrari dal 2000. E' il pilota con più gran premi all'attivo a non aver mai conquistato punti mondiali.

Le scuse di Schumi- «Ho fatto veramente tuttò ciò che potevo per rendere possibile il ritorno temporaneo, ma purtroppo non ha funzionato. Non siamo riusciti a risolvere i problemi al collo, con il dolore emerso dopo il test privato al Mugello. Dal punto di vista medico e terapeutico abbiamo provato di tutto», dice Schumi. Il tedesco, che il 29 luglio aveva annunciato il clamoroso ritorno alle competizioni, è sceso in pista sul tracciato toscano del Mugello lo scorso 31 luglio, quando ha provato una F2007. Con la monoposto utilizzata dal Cavallino nel Mondiale di 2 anni fa, Schumi ha completato 67 giri. «Dobbiamo vedere come reagiranno il mio corpo e i miei muscoli nei prossimi giorni», ha detto dopo il collaudo. Alla fine della scorsa settimana, il driver ha provato a testare la sua condizione per due giorni al volante dei kart sulla pista lombarda di Lonato. «Abbiamo avuto due ottime giornate sui Kart a Lonato. Braccia, torace, spalle, collo: un allenamento eccellente, senza dubbio», diceva Schumi. Evidentemente, il quadro è cambiato dopo le valutazioni delle ultime ore.

Montezemolo: deluso- Deluso, ovviamente, Montezemolo. «Negli ultimi giorni ho potuto apprezzare i grandi sforzi e le straordinarie motivazioni di Michael, che aveva contagiato la squadra e i tifosi di tutto il mondo. Senza dubbio il suo ritorno avrebbe fatto bene alla Formula 1, sono certo che lo avremmo visto lottare per la vittoria», ha detto il presidente del Cavallino. «A nome della Ferrari e di tutti i suoi tifosi desidero ringraziarlo per il grande attaccamento alla squadra dimostrato in questi frangenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    11 Agosto 2009 - 11:11

    ammiro shumi, non ero convinta del suo ritorno. meglio così si goda la sua vecchiaia, si fa per dire, e se nestia tranquillo in famiglia.

    Report

    Rispondi

blog