Cerca

Marcia, delusione Rigaudo

A Berlino è solo nona

Marcia, delusione Rigaudo
 Un caldo pesante, tanto pesante da rallentare la gara di Elisa Rigaudo. La marciatrice azzurra, bronzo nella 20 km a Pechino 2008, oggi nella stessa gara si è qualificata solo nona. Una delusione amara e una sconfitta personale che l’atleta commenta così: “Oggi mi cade il mondo addosso, anche se da domani so che avrò tanta rabbia per ricominciare. Il caldo è il mio più grande nemico - ha raccontata a fine gara l'azzurra, rivelando di essersi fermata nell'ultimo giro per massaggiarsi i polpacci massacrati dalla fatica -. Al chilometro numero 12 avevo già finito la benzina, per me queste condizioni di caldo sono pessime”. A vincere la gara è stata la russa Olga Kaniskina, sotto la porta di Brandeburgo, in 1h28'10'', argento all’irlandese Olive Loughnane e bronzo per la cinese Hong Liu.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog