Cerca

Argento per il ciclismo italiano

Vince la pallavolo azzurra

Argento per il ciclismo italiano
Pechino - La prima medaglia per gli azzurri delle olimpiadi è un argento e se l’aggiudica Davide Rebellin, nella prova su strada di ciclismo. Alle spalle dello spagnolo Sanchez, medaglia d’oro, Rebellin si è piazzato davanti allo svizzero Fabian Cancellara. "L'argento è l'argento, ma l'oro è un'altra cosa» dice con un pizzico di delusione Rebellin ai microfoni Rai. "Purtroppo alla fine avevo un po' di crampi alle gambe e non ho potuto spingere come avrei voluto. Oggi, comunque, Sanchez era molto forte, perchè ogni volta che scattava nel finale prendeva sempre vantaggio". Rebellin pensa di non avere sbagliato niente. "Ho scelto i tempi giusti per la volata ma sono stato preceduto di poco da un avversario più forte. Ringrazio i compagni, ognuno ha fatto il proprio dovere con un grande lavoro disquadra. Di secondi posti ne ho ottenuto tanti nella mia carriera, questo è il più bello. Conquistare un argento olimpico nel giorno del mio compleanno è oltremodo soddisfacente". E c'è un'altro motivo di soddisfazione che vuole rendere pubblico: "Questa medaglia è la rivincita del ciclismo pulito. Credo di essere un esempio per tutti i giovani, questo è l'esempio che si ottengono risultati con il sacrificio e con tanto allenamento. Io, durante l'anno, mi concedo solo due o tre giorni di festa e basta".

Successo, oggi, anche per la pallavolo italiana che hasconfitto 3-1 la Russia campione del mondo: l'Italia ha mostrato sicurezza e gioco, bloccando le potenti attaccanti avversarie, e mostrando una difesa eccellente con Paola Cardullo, la più applaudita nel palazzetto. La pallavolo migliore si è vista nel primo set, in cui le azzurre di Massimo Barbolini hanno messo in chiaro la volontà di vincere la gara. La Russia ha reagito nel secondo parziale approfittando di un momento di sbandamento della squadra campione d'Europa: il ct delle russe, Caprara, ha rilanciato Evguenia Artamonova, oggi sposata Estes, talento negli anni novanta, ma ancora una giocatrice di valore a 33 anni. Questa vittoria, però, è resa amara per il dramma personale che la compagna di squadra delle azzurre, Tai Aguero, sta vivendo per la morte della madre. Dulce Fedora, madre della campionessa cubana ma naturalizzata italiana, è deceduta. La pallavolista non è riuscita a raggiungerla in tempo a causa del ritardo dovuto al visto d'ingresso negato in un primo tempo dalle autorità cubane. Con l'angoscia per non aver potuto rivedere la madre prima che morisse, Tai Aguero è arrivata poco fa al villaggio atleti dei Giochi. L'azzurra, tra gli abbracci e la solidarietà delle compagne, si è subito unita alla nazionale italiana di pallavolo.

Intanto, l’incipit di queste olimpiadi si tinge di giallo. Un cinese ha ucciso a coltellate un turista americano ne ha ferito gravemente un altro e poi si è suicidato lanciandosi dal secondo piano della Torre del Tamburo, un monumento che si trova nel centro della capitale cinese. Il turista morto era parente del ct della nazionale americana maschile di pallavolo, Hugh McCutcheon. Feriti gravemente anche la donna che era con lui, anche lei parente di McCutcheon, e la guida cinese che li accompagnava.
"Le autorità di polizia locali hanno detto che l'aggressione è stata compiuta da una sola persona", aggiunge la nota del comitato olimpico Usa. Secondo l'Afp, il presidente degli Stati Uniti George W. Bush, in visita a Pechino, è stato informato e ha espresso solidarietà "ai famigliari delle vittime".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog