Cerca

Gp Australia, Stoner in pole

Valentino segue a ruota

Gp Australia, Stoner in pole

La pole position nella classe MotoGp del Gp d’Australia va a Casey Stoner. Sul tracciato di Phillip Island il pilota australiano della Ducati, alla seconda pole stagionale, ha dominato le qualifiche con il tempo di 1'30’’341 precedendo Valentino Rossi. Il campione del mondo, in sella alla Yamaha, ha fermato il cronometro su 1'30’’391 e domani scatterà dalla seconda posizione. La Honda Repsol dello spagnolo Dani Pedrosa (1'31’’070) completa la prima fila. Lo spagnolo Jorge Lorenzo, compagno di squadra di Rossi e secondo nel Mondiale alle spalle del pesarese, ha ottenuto il quarto tempo (1'31’’071) e aprirà la seconda fila sulla griglia di partenza. Alle spalle del catalano si muoveranno la Yamaha Tech 3 dello statunitense Colin Edwards (1'31’’096), la Honda Gresini del sammarinese Alex De Angelis (1'31’’260) e la Ducati dello statunitense Nicky Hayden (1'31’’325). A seguire la Honda LCR del francese Randy De Punyet (1'31’’380), la Ducati Pramac del finlandese Mika Kallio (1'31’’384) e la Honda Repsol di Andrea Dovizioso (1'31’’472). Loris Capirossi, in sella alla Suzuki, ha chiuso con il 13° tempo (1'31’’873), subito davanti alla Hayate Kawasaki di Marco Melandri (1'32’’190).

Grande la delusione espressa da Lorenzo: “Ho perso il mio record del 100% di partenze in prima fila a causa di un distacco così piccolo, un millesimo di secondo”. Per la prima volta nella stagione Jorge Lorenzo dovrà partire infatti dalla seconda fila. Nella classifica iridata, con tre gare ancora da disputare, lo spagnolo è secondo a 18 punti dal suo compagno di squadra, Valentino Rossi: “Non sento alcuna pressione, mi limiterò a cercare di fare del mio meglio”, taglia corto Lorenzo.

 

Vede invece il bicchiere mezzo pieno Valentino Rossi: “Un errore mi è costato la pole, ma il secondo posto va bene. Sono soddisfatto perché abbiamo fatto un buon lavoro e abbiamo trovato un buon setting», dice il campione del mondo. I motivi per sorridere abbondano: partirà infatti davanti al suo compagno Jorge Lorenzo, avversario diretto nel Mondiale. “Ho un buon vantaggio sul mio compagno di squadra che è la cosa più importante per la rincorsa al titolo”, afferma Rossi prima di analizzare la sua prestazione: “Purtroppo ho fatto un piccolo errore nell'ultima parte del tracciato che non mi ha permesso di conquistare la pole”. Quindi, guardando alla gara: “Credo che ci sarà una grande battaglia, e ovviamente proveremo a vincere. Ora dobbiamo pregare per le condizioni meteo. Speriamo sia primavera e non inverno”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog