Cerca

Calciopoli, il guardalinee

tira in ballo Inter e Cordoba

Calciopoli, il guardalinee
Tutte le società calcistiche e in particolare quelle "che avevano un peso maggiore", raccomandavano e facevano segnalazioni: è quanto ha sostenuto un ex guardalinee, Mario Coppola, salernitano, chiamato oggi a deporre in qualità di testimone al processo di Calciopoli. Il teste ha citato l'esempio di un Inter-Venezia, a proposito della quale ricevette sollecitazioni per ammorbidire il referto sull'espulsione dell'interista Cordoba: “Mi chiesero di alleggerire la posizione di Cordoba per fallo su Bettarini ma non lo feci e da allora non sono più andato in Serie A”.
Secondo queste rivelazioni, l'Inter avrebbe fatto pressioni sugli arbitri per ottenere favori durante il campionato di calcio 2006. L'ex assistente che ha tirato in ballo la squadra ha ammesso di parlare solo adesso perché oramai “libero da possibili ripercussioni” e ha spiegato come fosse consolidato il sistema di pressioni e raccomandazioni
“C'è un testimone che dice certe cose. E chi indaga non vuole ascoltare. Questo è il problema”, dice l'avvocato Maurilio Prioreschi, legale di Luciano Moggi, all'emittente Radio Radio. “Le parole di Coppola - aggiunge - fanno scopa con altre dichiarazioni, c'era un obiettivo nell'indagine: Moggi e la Juventus. Durante le indagini, si convocavano le persone e si diceva 'noi sappiamo che è così: ce lo conferma?'. Non si acquisisce così la prova. L'accusa sta crollando in maniera fragorosa. I testimoni vengono e parlano di 'percezione': processualmente è zero. Il testimone deve produrre fatti. Qui siamo alle chiacchiere da bar”.
da parte delle dirigenze delle squadre verso arbitri e designatori e che a ogni club c'era un guardalinee legato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    05 Dicembre 2009 - 12:12

    In era Ranieri, all'Olimpico, con l'Inter si riuscì ad ottenere un buon pareggio, a Pasqua, dell'anno scorso, arrivò addirittura un favoloso successo...e a San Siro e...senza quei campioni acquistati nell'estate. Con l'Inter si spera sempre in una partita da "coltello tra i denti" e solo così si potrebbe ottenere un risultato positivo. Se con l'Inter la corda non è tenuta alla massima tensione ...non c'è speranza. Si continua a parlare, anche sulle risultanze delle recenti dichiarazioni del guardialinee sig. Coppola, della restituzione dei due famosi scudetti, e se...con logica deduttiva, si aggiungessero gli altri quattro del dopo Farsopoli (perchè "il fatto non sussiste ?). Altro che "terza stella"...sig. Blanc !! Capitolo Balotelli...alle "curve"...raccomanderei di ignorarlo, il "Pierino" interista è davvero un ragazzotto al quale si può perdonare (...almeno a Natale) la sua stravagante ed incolta gioventù...non val la pena pregiudicare le nostre "sorti" per costui. Infine, spesso sento vantare "l'intelligenza del Mou", ma...credo che a nessun allenatore italiano sarebbe mai venuto in mente, qualche mese a, di ventilare il possibile "paccotto", nell'ultima di campionato, tra Juve e Milan..ai danni dell'inter ...e che, per raccontare queste fantasie si fa pure dare circa 12 milioni...il doppio dell'ex Mancini. Contro i cori beceri...urla e fischietti (a creare un frastuono unico ed indifferenziato) !!! Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • toninopintus

    04 Dicembre 2009 - 19:07

    Un tizio con un nome così, Coppola, verrà accusato, come minimo di essere un mafioso e di voler danneggiare l'Inter perché è avversaria del Milan di Berlusconi. E sarà l'unico caso in cui le parole di un pentito non saranno prese sul serio. Non solo, ma il signor Coppola verrà accusato anche di connivenza con Luciano Moggi, definito il vertice della cupola (o coppola? boh) di quella calciopoli che aveva un solo obiettivo: si doveva scippare uno scudetto alla Juventus per assegnarlo a tavolino all'Inter che non riusciva a vincerne uno sul campo dalla preistoria.

    Report

    Rispondi

  • calloniangelo48

    04 Dicembre 2009 - 18:06

    Niente di nuovo al farsaprocesso di Napoli, questo segnaline parla dlle pressioni ricevute dai Merdosi, eppure statene certi finirà tutto come la precedente dichiarazione di Vieri, si è sentito ancora qualcosa? tranquilli che anche queste dichiarazioni finiranno sotto quintali di sabbia. Non importa per me questo Sig. Coppola è un santo da mettere nel calendario, anzi intanto che ci siamo, facciamo un'immaginetta e spediamola al quel dentone di moratti, avrà così modo di meditare che le sue porcate stanno venendo a galla.

    Report

    Rispondi

blog