Cerca

Griffith malato e sul lastrico

Benvenuti: "Ti aiuto io"

Griffith malato e sul lastrico

Negli anni Settanta sono stati due acerrimi nemici sul ring: memorabili e imperdibili le sfide tra Emile Griffith e Nino Benvenuti sul ‘quadrato’ del Madison Square Garden. Quanti pugni dati, quanti cazzotti ricevuti. Ma il vero ko, per il pugile originario delle Isole Vergini, il gancio più tosto arriva dalla vita. Malato (è affetto dal morbo di Alzheimer) e letteralmente sul lastrico, il vecchio Emile, ora 72enne, vive grazie a un sussidio dei servizi sociali, col quale a malapena riesce a mangiare e pagare l'affitto. A rivelare le tristi condizioni in cui versa il 'fighter of the year' nel 1964 è il New York Daily News, attraverso la penna del  il 'columnist' della boxe del giornale, Bill Gallo, che nei giorni scorsi ha incontrato Griffith che gli ha raccontato la sua storia e gli ha chiesto aiuto. L'obiettivo è di creare un 'Emile Griffith Fund' che possa ridare un'esistenza decente al protagonista delle notti magiche contro Benvenuti.

Il primo a rispondere all’appello del è proprio il suo rivale di ring, Benvenuti: "Sapevo dei problemi di Griffith”, ha detto l’ex pugile, “sono in contatto con lui e mi sto già muovendo per aiutarlo. In un certo senso, ora combatto per lui. A febbraio o marzo verrà una settimana in Italia, e ci daremo da fare per lui, con una raccolta di fondi. Qui servono cose vere, e non chiacchiere. Mi sto dando da fare per organizzare degli incontri pubblici con Griffith quando lui sarà qui – ha detto l'ex campione del mondo - Ne dovremmo fare uno a Roma ed uno a Milano. Nell'occasione presenteremo l'edizione italiana del libro ‘Eight...Nine, Ten...and Out!’ che sto personalmente curando. Raccoglieremo fondi per lui, e credo che la gente sia disponibile. Quei nostri incontri hanno lasciato un bel ricordo, la gente per strada ancora me ne parla".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog