Cerca

Serie A in campo per la sicurezza stradale

L'iniziativa del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Serie A in campo per la sicurezza stradale
In occasione dell'ultimo turno di andata del campionato di calcio di Serie A in programma nel week-end, negli stadi italiani sarà lanciato un forte messaggio per la sicurezza stradale. Sarà, infatti, un week-end dedicato alla sensibilizzazione per cercare di raggiungere l'obiettivo di una decisa diminuzione degli incidenti stradali.
«Questa domenica tutto il calcio gioca una sola partita: la partita della vita. Più prudenza sulle strade, meno incidenti stradali» sarà lo slogan letto dagli speaker nei campi di serie A, per rafforzare il messaggio «meno incidenti stradali, una partita da vincere», comunicato anche attraverso i cartelloni presenti sul campo.
L'iniziativa è realizzata all'interno della campagna di comunicazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti "Sulla buona strada", avviata lo scorso luglio con l'obiettivo di comunicare, con l'ausilio di noti testimonial del mondo dello sport e dello spettacolo, il messaggio che «la sicurezza sulla strada è responsabilità di ciascuno di noi».

Nel corso del weekend, inoltre, anche il mondo dei media scenderà in campo a favore della sicurezza stradale: i giornalisti delle principali trasmissioni televisive dedicate al calcio, sia in studio che in collegamento dagli stadi, indosseranno le sciarpe della campagna e contribuiranno, insieme ai loro ospiti, a sottolineare l'importanza di un comportamento attento e responsabile alla guida.
«Desidero ringraziare la Lega Calcio - dichiara il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli - per il contributo che ha dato per sensibilizzare l'opinione pubblica su un tema così serio come la sicurezza stradale. Ringrazio anche le società calcistiche per aver aderito a questa manifestazione con entusiasmo e grande spirito di partecipazione. Dagli stadi potrà partire un messaggio forte e sono certo che avrà l'eco che ci aspettiamo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog