Cerca

Schumi torna in pista

Sul circuito di Jerez: finalmente parlo tedesco

Schumi torna in pista
Michael Schumacher è tornato nel cockpit di una vettura da corsa girando sul circuito di Jerez alla guida di una Dallara Renault di formula GP2. Le sue prime parole: "finalmente parlo in tedesco". Poco carino nei confronti dei fan Ferrari che per dieci anni lo hanno seguito con entusiasmo, Schumi dunque torna a correre.
Libero-news.itLibero-news.it

I miei sensi si sono risvegliati, ne è valsa la pena anche se il tempo non è stato quello che tutti avremmo voluto



L'ultima volta di Schumi (oggi in tuta bianca priva di sponsor e con casco rosso con stemma della Mercedes al centro) su quattro ruote era stata nell'estate scorsa quando aveva condotto una Ferrari del 2007 per prepararsi alla sostituzione di Felipe Massa, dopo l'incidente del brasiliano nelle prove del Gp d'Ungheria.

Il sette volte campione del mondo aveva poi rinunciato al rientro in F1 spiegando di non sentirsi ancora pronto dal punto di vista fisico, ed in particolare di aver avvertito problemi al collo durante la guida. Ora invece Schumi si sente pronto, e infatti tornerà nel Mondiale di F1 al volante di una Mercedes. Nel frattempo ha effettuato questo test privato (a porte chiuse) con la Dallara di GP2.

«I miei sensi si sono risvegliati», ha detto il 41enne pilota tedesco della Mercedes GP. Schumi  ha completato 51 giri. «La giornata è stata positiva perchè dopo tanto tempo ho potuto guidare una monoposto vicina agli standard della Formula 1», spiega l'ex driver della Ferrari.
 «I miei sensi si sono risvegliati, ne è valsa la pena anche se il tempo non è stato quello che tutti avremmo voluto», aggiunge riferendosi alle condizioni meteo. La pioggia ha infatti condizionato il programma di lavoro. Schumi ha a disposizione altri 2 giorni di collaudi. A febbraio, invece, sono previste le sessioni ordinarie di test. I piloti potranno girare con le monoposto destinate ad essere impiegate nel Mondiale 2010 che comincia il 14 marzo con il Gp del Bahrain.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aquila azzurra

    12 Gennaio 2010 - 18:06

    bene, visto che non è riuscito ad imparare una sola parola d'italiano, dal momento che tutti, ma proprio tutti i tedeschi che hanno praticato sport in italia hanno imparato velocemente e perfettamente l'italiano ed in qulache caso anche il romanesco come il simpaticissimo voeller , campione di calcio e di umanità: purtroppo bisogna dire ,a questo punto, che è stato solo questione di...testa. A proposito , ora parla tedesco , non è costretto a sentire l'italiano, ma gli euro italiani gli son piaciuti...ma vada ......Forza alonso,forza massa , mettiamo sotto questo ingrato traditore.

    Report

    Rispondi