Cerca

America's Cup, partenza rinviata

La prima regata tra Alinghi e Oracle slitta a venerdì

America's Cup, partenza rinviata
L’America’s Cup stenta a decollare. Per l’ennesima volta il vento irregolare ha costretto i commissari di gara a rinviare la prima regata.  La partenza, slittata dalle ore 10 alle 13, è stata definitivamente cancellata e programmata per venerdì prossimo, ultimo giorno disponibile prima delle giornate di riserva.

Già lunedì i commissari avevano rinviato la regata di apertura della 33esima edizione per le cattive condizioni atmosferiche. Gli svizzeri di Alinghi, e gli sfidanti, gli americani di Bmw Oracle, defender e challenger ufficiale, avrebbero dovuto cominciare a regatare alle 10 da Valencia. Ma dovranno attendere.

Dopo due anni di battaglie legali,  le due barche erano finalmente scese in acqua: il miliardario svizzero Ernesto Bertarelli, proprietario di Alinghi e il magnate dei software Larry Ellison si scontrarono su tecnologia e diritti. Il risultato è che, nelle tre gare di finale, per la prima volta in 159 anni, si sfideranno due multiscafo.

Alinghi è un catamarano con un albero alto 17 piani, mentre Bmw Oracle è un trimarano con un albero a forma di ala più grande di quello di un aereo di linea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blueeyesplotter

    10 Febbraio 2010 - 13:01

    Io vorrei sapere se chi organizza la Coppa America è ignorante. Già nell'edizione che si è svolta a Valencia qualche anno fà c'erano problemi di vento. E allora quale è il motivo di ritornare lì dove o il vento non c'è, o è irregolare o ce n'è troppo? Con tutte le contropartite mediatiche che ci sono e i disguidi... Prima o poi partiranno, ma per uno spettatore che volesse seguire le regate tutti sti rinvii non fanno altro che far decrescere la sua voglia di vela.

    Report

    Rispondi

blog