Cerca

Mourinho, tre giornate di squalifica e multa

Due turni a Cambiasso e Muntari. L'Inter fa ricorso

Mourinho, tre giornate di squalifica e multa
Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel ha inflitto all’Inter 30mila euro di multa, divisa in due ammende: una prima di 25mila euro per punire il lancio di una bottiglia di plastica in direzione di un assistente, l'esplosione di una decina di petardi, l'esposizione di uno striscione dal contenuto ingiurioso per gli organi federali e gli insulti all'arbitro Tagliavento.
Il club nerazzurro è stato inoltre punito a titolo di responsabilità oggettiva per «aver ingiustificatamente ritardato l'inizio del secondo tempo di circa cinque minuti».
Multe, infine, sono state comminate anche alle seguenti società: Atalanta (10mila euro), Catania (5mila euro), Bari (4mila euro), Siena (3mila euro) e Cagliari (2mila euro).

Mourinho non l'ha passata liscia. Dopo le polemiche nate nel post partita di Inter-Sampdoria, ecco la squalifica di tre giorni e una maximulta per l'allenatore dei nerazzurri.  Due turni a Cambiasso e Muntari.

L'Inter fa ricorso-
L’Inter ha annunciato un ricorso contro le squalifiche inflitte al tecnico nerazzurro Josè Mourinho ed ai centrocampiti Esteban Cambiasso e Sulley Muntari.

La polemica- Dopo le polemiche legate all'arbitraggio di Inter-Sampdoria, con i nerazzurri rimasti in nove e Mourinho che ha attaccato l'arbitro Tagliavento nel tunnel degli spogliatoi e mimato in campo il gesto delle mantette,è  intervenuto abcge  il presidente della Figc, Giancarlo Abete, con un appello al rispetto del prossimo e a un salutare abbassamento dei toni: "Ogni volta che si va oltre nei gesti e nei toni - e il riferimento è soprattutto a Mou, anche se non viene nominato - si crea un'esasperazione che non può essere giustificata solo per la fase che si sta vivendo. Questa è una fase delicata, serve rispetto per tutti gli altri protagonisti, perché un calcio sovraeccitato non fa bene". Il presidente della Figc, intervenuto al "Candido day" prosegue poi nel commentare l'alzamento dei toni che coinvolge allenatori, giocatori, società e arbitri, al punto che parlare di etica, al momento, potrebbe risultare fuori luogo. "Ognuno capisca in che contesto opera: ci vuole la capacità di essere protagonisti di un tipo di cultura che rispetti lo sport e non solo quella di portare avanti le proprie istanze a livello individuale. Si possono portare avanti le proprie istanze nel rispetto dei valori comuni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    24 Febbraio 2010 - 08:08

    Carissimo Mou (soprattutto per Moratti), credo che il tuo modo teatrale di "allenare" la squadra sia arrivato alla frutta. dato per scontato da parte mia che non ti ritengo il grande allenatore che si dice (mi ricordo del tuo Chelsea, squadrone dal punto di vista fisico, ma senza Drogba davanti perdevi o pareggiavi molte partite in più), credo che in Italia sia finito l'innamoramento del mourinho showman; adesso si aspettano il professionista che allena e vince; capisco che la tensione di incontrare il Chelsea in champions possa farti innervosire, ma lamentarsi per la classe arbitrale, quando l'anno scorso tra fuorigioco multipli (Livorno...) e falli di mano, entrate da codice penale, nessuno diceva nulla.....non ti lamentavi o facevi il censore dei buoni costumi, e quest'anno, visto che ti piace vincere facile, non riesci a capacitarti del perchè non trattino te e la tua squadra come la più bella del reame. Il Barcellona vi ha torellato per una partita a San Siro, quello è giocare;

    Report

    Rispondi

  • coccodrillo

    23 Febbraio 2010 - 13:01

    è evidente che anche nella giustizia sportiva esiste la sudditanza non si spega altrimente le 3 giornate di squalifica quando x il gesto delle manette doveva dare almeno 1 anno di squalifica e la denuncia all'autorità giudiziale x istigazione publica alla violenza ed il signor moratti non ci venga a dire che con quel gesto voleva dire 1 altra cosa che non ci facciamo prendere x i fondelli, se vuole il bene dell'inter lo cacci immediatamente tanto con il portoghese non ha vinto di più ha vinto di meno ha vinto solo in antipatia. Mou vuoi un consiglio: ma vai a fare in Cu......wait il venditore di fumo

    Report

    Rispondi

  • faustino.guaraldi

    22 Febbraio 2010 - 21:09

    L'altra sera mi sono vergognato nel vedere una delle squadre più forti al mondo ,essere in mano ad un assatannato del genere .Ma questo vuol fare come in Inghilterra che fece dare le dimissioni ad un Arbitro per suo dire che cè l'aveva con il Chelsea ,insomma le vuole tutte a suo modo ,vede complotti da tutte le parti ,tutti cè l'hanno con la sua squadra ..Basta non se può più ; L'Inter è sempre stata con il suo Presidente in testa ,ed anche il suo pubblico , pronti a sdramattizzare in qual'unque momento ,oggi con questi atteggiamenti di vittimismo e diventata la squadra per colpa del suo Allenatore la più antipatica del ns Campionato " Ma vogliamo scherzare , l'Inter ha più grandi calciatori al mondo ,non ha bisogno di scendere così in basso ,questa squadra a tanti ragazzi giovani che tengono per lei ,è gli atteggiamenti tenuti l'altra sera da Mourinho con gestacci fuori da ogni logica ,certamente non insegna a questi ragazzi ,se vuoi rimanere datti una calmata per il bene dell'Inter

    Report

    Rispondi

  • robertomaconi

    22 Febbraio 2010 - 20:08

    Chissa se adesso farà meno sceneggiate e si comporti da allenatore serio come la stragrande maggioranza dei nostri allenatori. Io mi chiedo solo una cosa: anzichè lamentarsi veda di dare alla sua squadra "INTERNAZIONALE" più tranquillità e serietà professionale (Balotelli in primis). Io non sono un tifoso accanito, mi piace vedere del buon calcio ma da quando è arrivato costui in Italia, la società INTER mi è diventata antipatica. Vedo in questa squadra dei giocatori assatanati, pieni di cattiveria quando giocano e se poi non riescono a vincere succede quello che è successo. Qualsiasi allenatore con i campioni blasonati che si ritrova farebbe sfracelli. A questo presuntuoso personaggio le dico solo di vergognarsi di irridere tutti e fare gesti che non si sono mai visti fare da un allenatore di calcio. Presidente Moratti con un allenatore così la sua squadra verrà odiata da tutti gli sportivi. Lo cacci al più presto o forse aspetta quando verrete buttati fuori dalla Champions ??

    Report

    Rispondi

blog