Cerca

Nudi alla meta

I rugbisti ci riprovano

Nudi alla meta

Squadra che vince non si cambia. La regola vale anche per il rugby, dove il pallone è ovale e non rotondo, ma in mano a due fusti come loro mica si bada al dettaglio. Le fans, che poi poco importa se conoscono regole e tattiche del rugby, sono in trepida attesa dopo aver visto alcune anteprime, inevitabilmente messe in circolo per far crescere la febbre. Le sexy atlete tremano davanti a loro, non solo perché sono armadi, ma perché i rugbisti fotografati come mamma li ha fatti riscuotono un grande successo. Il calendario dei “Dieux” dello Stade Francais si appresa a tornare in meta.
Tra gli schierati c’è il nostro Sergio Parisse. Argentino di origine, italiano al 100% quando si tratta di rugby, è uno degli idoli Oltralpe, nonché punto di riferimento per la Nazionale azzurra. Un giocatore moderno grazie al fisico e al cervello che usa per ragionare in mischia, prototipo del rugby del futuro e non è quindi un caso che sia in corsa per il titolo di migliore giocatore del 2009. Un traguardo che vorrebbe dire tanto per lui e per l’Italia. E’ un bel giovanotto di 25 anni alto 1,96 metri per 110 chili di muscoli compresi. Sguardo da bel romanticume, si gode la compagnia di Miss Europa 2005/2006. Certo il fisico deve aver contato qualcosina…
Nel calendario non mancheranno poi i fratelli Bergmasco, Mauro e Mirco, indivisibili quando si tratta di apparire in televisione, con il loro accento così veneto. E ancora: l’altro italo-argentino Gonzalo Canale e il mediano di apertura o estremo Andrea Marcato, uno che con il piede sa fare il suo mestiere in campo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog