Cerca

Calciopoli, la Juve chiede parità di trattamento

"La giustizia non abbia due pesi e due misure"

Calciopoli, la Juve chiede parità di trattamento
«La giustizia non abbia due pesi e due misure». Così la Juventus interviene a proposito delle nuove intercettazioni legate a Calciopoli. In un comunicato ufficiale la società bianconera ribadisce quanto detto nel corso del processo del 2006, chiedendo alle istituzioni e agli organi di giustizia «parità di trattamento per tutti». Poi, «nel pieno rispetto delle attività riguardanti processi in corso, la Juventus valuterà attentamente con i suoi legali l'eventuale rilevanza di nuove prove introdotte nel procedimento in atto a Napoli, al fine di garantire, in ogni sede sportiva e non, e come sempre ha fatto, la più accurata tutela della sua storia e dei suoi tifosi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • enriqueomarsivori

    09 Aprile 2010 - 15:03

    Mandate ancora Zaccone? Buffoni, intrallazzatori. Adesso lo rilasciate il comunicato? dopo l'ignominia della serie B , del depauperamento della società e della squadra. Ditelo forte chi faceva la campagna acquisti negli anni dopo la triade, ditelo! Moratti...Andrade, Poulsen, Tiago, Almiron, Grosso, Diego, e Melo! Esattamente come il petroliere nei suoi anni d'oro: Gresko, Vampeta e cc.. Come si vede acquisti e spese come li faceva lui il grande puro ed onesto che chiedeva a Facchetti, sul letto di morte, "dimmi amico come si fa a vincere..."...lo sapeva, lo sapeva...

    Report

    Rispondi

  • inm

    08 Aprile 2010 - 12:12

    purtroppo per la Juve e i suoi tifosi non tutti facevano quello che facevano loro. Ogni caso è un caso, basta vedere come e per mezzo di chi si esponevano Milan, Juve, Lazio, Fiorentina e Inter. Guardare lo sporco in casa degli altri, se mai ce ne fosse, non rende la propria abitazione più pulita. E allora meglio continuare a ramazzare in casa propria, in silenzio e umiltà oserei dire francescane.

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    08 Aprile 2010 - 08:08

    Dopo una lotta intestina che ha portato all'epurazione della triade in casa juve, la dirigenza ha deciso di muoversi verso la revisione ed il tentativo di un recupero di immagine oltre che di altro seppur tardivamente. non voglio, da tifoso juventino, commentare i presupposti, ma ritengo che se un "illecito" sia stato commesso all'epoca, un passaggio simile debba essere puntualmente punito.....come giustizia vorrebbe. Lasciamo perdere il resto, ormai il polverone si è alzato e vediamo come si possa uscire da questa impasse senza dare la sensazione di pastette o porcate varie. Voglio vedere e sentire anche i giornalisti saltati giù dal carro Moggi, e saliti di corsa sul carro dei neo vincitori..............come si "difenderanno"!!!!!

    Report

    Rispondi

  • primus

    07 Aprile 2010 - 18:06

    Brava Juve, se c'è una giustizia, Milan e Inter in serie B con "0 tituli".........che ridere............

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog