Cerca

Moggi: "Elkann mi ha tradito e ora vuole usarmi"

Lettera aperta su Libero. L'ex dg: difendi la Juve con quattro anni di ritardo

Moggi: "Elkann mi ha tradito e ora vuole usarmi"
Di seguito il testo integrale della lettera che Luciano Moggi ha scritto a John Elkann, pubblicata su Libero nell'edizione di oggi:

Carissimo Elkann,
trovo francamente sorprendente leggere dalle colonne del Corriere della Sera del suo risentimento nei confronti di chi ha tacciato la Juventus, da lei condotta a senso unico durante Calciopoli, di essere stata parte attiva nel formulare ed accettare la propria condanna.
Vede Elkann, quando si è dalla parte della verità e quando si ha la responsabilità di una onesta storia centenaria e della dignità di quindici milioni di tifosi che nella Juventus si sono immedesimati e delle sue vittorie hanno gioito insieme alle proprie famiglie, allora si ha l’obbligo morale di affrontare le ingiustizie e le falsità, con coraggio e sacrificio, come la storia personale e professionale di chi Le scrive testimonia.
Le ricordo che prima ancora dell’inizio del processo sportivo, Lei, probabilmente non troppo sorpreso per quanto stava accadendo e già proiettato verso il glorioso futuro sportivo che attualmente rallegra i tifosi bianconeri, considerando i recenti successi nazionali ed internazionali che la nuova dirigenza ha saputo collezionare, aveva già deciso di abbandonare me e Giraudo al nostro destino, rinunciando a difendersi ed anzi, cosa ancor più grave, dando mandato al suo difensore di accettare supinamente qualsiasi decisione.
Tuttavia i suoi istinti suicidi non si erano ancora placati se è vero, com’è vero, che all’indomani della presentazione del ricorso al Tar, nel settembre del 2006, per l’annullamento delle sentenze sportive e per la sospensione dell’inizio del campionato in attesa di un processo più giusto ed equo, Lei decideva che quel ricorso andasse ritirato e che le decisioni della Federazione non andassero contestate ma servilmente accettate, con pubblici ringraziamenti di Blatter a Montezemolo!
Durante il secondo filone di indagine, quello cioè delle presunte Sim estere denominato Calciopoli 2, la Juventus, in quell’occasione assistita da Franzo Grande Stevens, piuttosto che difendersi, come ho efficacemente fatto io, ha preferito patteggiare e pagare 300 mila euro!
Nemmeno una mente fervida ed imprevedibile come quella di Alfred Hitchcock avrebbe mai immaginato che la vittima di una macchinazione potesse diventare con un colpo di teatro a sua volta colpevole... E invece lei c’è riuscito, al processo di Torino.
In quella comica (se non fosse tragica...) vicenda, la Juventus da Lei condotta, non si è solo limitata a non difendere sé stessa ed i dirigenti che l’hanno onestamente servita per 13 anni di successi e vittorie “a costo zero” - come direbbero i suoi esperti di marketing nella fase di lancio di una nuova vettura - ma addirittura ha accusato me e Giraudo e Bettega (perché no?) di comportamenti illeciti in ambito economico-gestionale, poi puntualmente smentita da un attento esame da parte del giudice. Si ricordi che quell’assoluzione vale per Lei come una condanna. Leggo che in un comunicato ufficiale la Società Juventus «confida che le istituzioni e gli organi di giustizia sapranno assicurare parità di trattamento per tutti, come d’altronde la società e i suoi difensori richiesero nel corso del processo sportivo del 2006» (!!!).
Lei Elkann, con questo suo inaspettato e tardivo ravvedimento, mi ricorda l’Innominato dei Promessi Sposi, che dopo una notte di travaglio morale ed esistenziale decide di convertirsi e di dare una svolta positiva alla sua vita.
Certo verrebbe da chiedersi dove sia stato e cosa abbia fatto e letto in questi lunghi quattro anni, per accorgersi solo adesso che la Juventus, quella sana e vincente della triade, è stata vilipesa e mortificata ingiustamente, oltreché accusata da prove parziali e contraddittorie.
Mi domando, inoltre, che cosa voglia intendere quando parla di «parità di trattamento che la difesa della Società avrebbe chiesto durante il processo sportivo». Non certamente l’aver proposto ed ottenuto la retrocessione, la revoca di scudetti vinti onestamente sul campo, la svendita di una rosa di giocatori di livello mondiale ed il rafforzamento dell’Inter a costi promozionali!
A pensar male si fa peccato, ma spesso si individua la verità e chissà se dietro questo suo ravvedimento non ci sia il tentativo di sviare l’attenzione dai disastri sportivi che la Sua illuminata gestione ha saputo regalare ai tifosi. Vuoi vedere che quel diavolo di Moggi sta tornando di nuovo utile a Lei e alla Juve dopo anni di battaglie giudiziarie e sofferenze solitarie?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelotesta61

    18 Aprile 2010 - 14:02

    tutte le squadre di calcio avevano rapporti con la federazione arbitrale, sarebbe sorprendente il contrario, visto gli interessi che girano nel mondo del calcio professionistico. Piuttosto spaventa questa giustizia sommaria e a senso unico

    Report

    Rispondi

  • Jannett

    12 Aprile 2010 - 15:03

    La Juve di oggi ha bisogno di gente che si parli faccia a faccia e non sui giornali. Non credo che tutte le colpe dei problemi della Juve, siano da rimproverare a Moggi o a Elkann, tutti e due hanno mancato in qualche cosa. E' ora che la squadra si impegni al massimo per andare in coppa dei campioni, poi si conduca una campagna acquisti piu' Italiana, si vendano Amauri, Melo e Diego e si comprino Cassano e Pazzini(questi anche se non sono brasiliani sanno fare gli stop); va' bene anche due al prezzo di tre', anche aggiungendo qualcosa, noi tifosi saremmo soddisfatti. Se fossi Lippi che e' un grande allenatore, ci penserei due volte a convocare Amauri in Nazionale, la cosa non sarebbe gradita, sopratutto lasciando a casa Cassano. Anche l'allenatore secondo me' dovrebbe essere Italiano, ne abbiamo tanti, sono bravi e costano poco, insomma al contrario dell'Inter meno stranieri in squadra. Quresta scelta a mio giudizio, sarebbe l'immagine migliore per il rilancio della Juventus. G R

    Report

    Rispondi

  • Alfredo Pisapia

    11 Aprile 2010 - 11:11

    Qualche volta il tempo e' galantuomo...Le nuove intercettazioni non cancelleranno i mesi di dolore ed angoscia ai quali la famiglia Moggi ha dovuto far fronte,cosi come non renderanno i comportamenti di Moggi deontologicamente e moralmente ineccepibili...ma perlomeno adesso tutto il mondo puo' toccare con mano che quanto dal Direttore e' stato sempre asserito corrispondeva alla verita'..."COSI' FACEVAN TUTTI" o cmq erano in molti a imbastire griglie con i designatori arbitrali. La domanda da porsi e' quindi la seguente: si puo' penalmente condannare chi, in un sistema senza regole,era il piu' scaltro di tutti? La risposta e' no. In un mondo di "vacche" qualcuno ha cercato di innalzarsi a "verginella"...mi dispiace presidente Moratti ma lei e' il suo fido Tronchetti Provera, e vi metto pure il giovane Elkan,tutto potete essere fuorche' che verginelle!!!

    Report

    Rispondi

  • SerFelix

    10 Aprile 2010 - 19:07

    1° Intervento diretto Ovviamente a chi di Asportività ne fa Cultura: Fondamentalmente da che mondo e mondo non trovo mai persone che capiscano il contesto di una discussione e ne seguano il filo logico con i propri commenti, senza uscirne con sparate poco Ponderate, per non dire Sciocche. Per rispondere ai Signori, che tali è difficile nominare, vi dico solo Informatevi, leggete, ascoltate, fatevene un idea e poi venite quì a commentare possibilmente in maniera logica, perchè di battute da BAR non ne abbiamo bisogno. 2° Intervento diretto Ovviamente al Direttore Luciano MOGGI: nell'abbassare il cappello al vostro passaggio caro Direttore non posso che, a prescindere dall'attuale Lettera, inviarle un Grazie di vero Cuore per tutto quello che Continua a Fare Insieme ai suoi Legali e Collaboratori, alle Testate Giornalistiche e Associazioni Associate per Difendere il Nome della JUVENTUS e difendere la Verità dei Fatti...I SUOI! Seguo da parecchio tempo quanto successo e un Grazie è POCO

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog