Cerca

Calciopoli, ancora intercettazioni / guarda i video

Facchetti e Mazzei, Galliani e Bergamo

7
Calciopoli, ancora intercettazioni / guarda i video
Continua a infiammare gli appassionati di calcio la vicenda che vorrebbe essere una sorta di Calciopoli bis. Luciano Moggi ha scritto a Elkann, lamentando il fatto di essere stato usato e poi abbandonato, mentre sul sito Ju29ro sono presenti le intercettazioni che testimoniano una “chiacchierata” tra l'ex presidente dell'Inter, Giacinto Facchetti, e l'allora designatore degli assistenti di gara, Gennaro Mazzei. Il primo chiede all’altro di scegliere bene gli assistenti, in vista del match contro la Juventus del 25 novembre 2004. "Il n.1 e il n.2, penso, Ivaldi e Pisacreta" lo rassicura il designatore.  Facchetti non è pienamente soddisfatto, però, e tenta di insistere affinché come arbitro sia designato il "n.1", probabilmente Pierluigi Collina. Mazzei è scettico perché "il sorteggio lo fa un giornalista" in quell’occasione. Alla fine la gara sarà infatti diretta da Pasquale Rodomonti.






In un’altra intercettazione si sente Galliani parlare con Bergamo – dopo l’audio già pubblicato da Libero che vede sempre Bergamo questa volta con Moratti – il quale testimonia la propria “simpatia” per la squadra rossonera. Bergamo: “Non mi sono ancora ripreso dall'altra domenica (8 maggio 2005 Milan-Juventus 0-1, gol di Trezeguet). E questo purtroppo è stato un trauma che in famiglia ha lasciato il segno. Pensavamo tutto...”. Galliani: “Anche noi, anche noi”.
Secondo i legali di Luciano Moggi, si tratta indubbiamente di slealtà sportiva (articolo 1), disciplinata dalla giustizia sportiva. Bergamo comunque parlava con molti, non solo con Galliani o Moratti. C’è infatti da aspettarsi una nuova ondata di intercettazioni. I tifosi vogliono capire.



Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • amicidisiena

    20 Aprile 2010 - 14:02

    Al di là delle colpe di Moggi (la Juve ha già pagato) bisognerebbe chiedersi perchè le telefonate dell'Inter sono uscite solo ora e non nel 2006. Bastaerebbe, in teoria perchè in pratica a nessuno interessa niente dell'Inter, la sola telefonata di Facchetti a De Santis nella quale l'ex presidente dell'Inter dice "anch'io mi interesso di arbitri" per condannare l'Inter alla retrocessione. Se quella chiamata l'avesse fatta Moggi avrebbero chiesto la serie Z per la Juve, così come sarebbe successo se Moggi avesse falsificato un passaporto... coem semrpe due pesi e due misure grazie alla campagnia disinformative dei centri di potere vicini alla squadra milanese.

    Report

    Rispondi

  • inm

    16 Aprile 2010 - 22:10

    gli scudetti da restituire? Mi pare che Moggi abbia chiamato. E che chiamate! O forse dovremmo dimenticarci delle telefonate di Moggi solo perché sono uscite quelle di Facchetti?

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    11 Aprile 2010 - 13:01

    chi segue il calcio dovrebbe domandarsi: - a chi serve questo ulteriore polverone che si sta levandoi nel mondo del calcio? - perchè dopo 4 anni si parla ancora di scudetti da togliere o riassegnare quando sappiamo tutti che non valevano assolutamente niente sia per coloro a cui sono stati tolti sia a coloro ai quali sono stati assegnati? - non fa pensare questa giustizia ad orologeria che consente ancora intercettazioni senza significato, forse che si vogliono fare riabilitazioni smontando tutto l'ambaradan giudiziario messo su all'epoca? - si vuole forse far credere che le intercettazioni portate a prova dei fatti siano state innocenti e prive di un fine collusivo? - si vogliono forse nascondere situazioni ancora più gravi avvenute anche di recente che possano aver influito sull'attuale campionato o possano ancora influire? - forse che l'idea che si fa il popolo o i giudici circa l'innocenza o la colpevolezza è influenzata da chi continua a proclamarsi innocente?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media