Cerca

Pozzovivo, Vinokourov, festa per due

Ciclismo. Al Trentino l'italiano vince a Pampeago, il kazako si difende da Riccò e mantiene la leadership

Pozzovivo, Vinokourov, festa per due
Nel giorno di Domenico Pozzovivo a far festa è Alexandre Vinokourov. Sul durissimo arrivo all'Alpe di Pampeago, infatti, il Kazako è riuscito a difendere la leadership del Giro del Trentino dall'attacco di uno scatenato Riccardo Riccò (secondo al traguardo dietro all'altro protagonista di giornata), aggiudicandosi così definitivamente la 34° edizione della corsa.
Grande prova dei due italiani che sferrano il loro attacco all'inizio degli ultimi 2 km, ossia quelli più impervi. All'inizio il kazako prova a rimanere con i battistrada, salvo poi cedere e rimanere a metà strada tra i due fuggitivi e il gruppo che, guidato da Basso, veleggia a 30" di ritardo. Negli ultimi chilometri la svolta. Prima delle ultime famigerate gallerie della salita Trentina, Riccò cede qualche metro, perdendosi così la possibilità di vincere tappa e abbuoni. Intanto alle loro spalle Pardilla riprende Vinokourov e trascina il leader della classifica più vicino ai battistrada.
Alla fine il traguardo posto ai 1721 metri di altitudine incorona Pozzovivo, alla sua prima perla del 2010: secondo Riccò a 2", mentre Pardilla chiude il podio. Quarto Vinokourov, con Niemiec (vincitore qui lo scorso anno), Scarponi e Basso alle sue spalle distanziati di qualche secondo.
In classifica generale, Vinokourov re del Trentino con 14 centesimi di vantaggio su Riccò. Terzo assoluto diventa Pozzovivo, seguito da Scarponi e da Basso.
Ora il Kazako vola a Liegi per la Doyenne in programma domenica, mentre Basso e gli altri aspiranti protagonisti del Giro volano al Romandia per perfezionare la loro condizione in vista della corsa rosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog