Cerca

Shock Roma. L'Inter vede il quinto scudetto

Nerazzurri a un passo dal trionfo. Samp e Palermo duello appassionante

Shock Roma. L'Inter vede il quinto scudetto

Settimana da incorniciare per l'Inter che, a due giorni dal match stellare di Barcellona, si vede regalare il primato in campionato dalla Sampdoria, spietata nel fermare l'ormai ex capolista Roma con due fendenti di Pazzini.
Una vera e propria mazzata per i giallorossi, che per tutto il primo tempo avevano cullato il sogno di conquistare il 25° risultato utile consecutivo e di mantenere così la vetta della graduatoria. In tal senso il gol di Totti al 14' sembrava il migliore degli auspici. Invece nella ripresa due zampate del bomber blucerchiato hanno affondato la corazzata di Ranieri e, probabilmente, anche le speranze scudetto dei giallorossi.
Infatti a tre giornate dalla fine, tutti o quasi i verdetti del torneo sembrano già scritti. Se si esclude la lotta al quarto posto (dove la Samp e il Palermo sono ancora impegnati punto a punto), salvezza, scudetto e i tre posti dell'Europa League sembrano già decisi.
INTER VICINA ALLA CINQUINA - calendario, motivazioni e forza della squadra. Con due punti di vantaggio, la squadra di Mouriho ha in tasca il quinto tricolore consecutivo, il quarto ottenuto sul campo. Ci perdoneranno gli scaramantici, ma la botta psicologica
rimediata ieri dalla Roma e le tre partite che attendono i nerazzurri sembrano non lasciare spazio ai colpi di scena. Lazio, Chievo e Siena sono avversarie che, sulla carta, non possono far male a Milito e compagni: l'unica insidia è la trasferta all'Olimpico contro i ragazzi di Reja, ancora alla ricerca dei pochi punti che ne sancirebbero la salvezza.
EUROPA LEAGUE - con Genoa e Fiorentina che rallentano inesorabilmente, Napoli e Juve hanno ormai in tasca il pass per la sorella povera della Champions League. L'altra sarà una tra il Palermo e la Sampdoria, ossia le due formazioni ancora in corsa per il prestigioso quarto posto.
SALVEZZA - già condannate da qualche settimana Livorno e Siena, la 35° giornata di campionato ha affossato le speranze dell'Atalanta, ora a cinque punti dal Bologna. Anche qualora i bergamaschi riuscissero a battera la prossima settimana i ragazzi di Colomba, l'impresa per loro sarebbe proibitiva, anche perché nelle ultime due gare di campionato il calendario sorride nettamente ai falsinei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aquila azzurra

    26 Aprile 2010 - 16:04

    è andata male per tutti i vecchi e nuovi gufi juventini e milanisti insediati nella redazione di libero. Sempre così!

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    26 Aprile 2010 - 16:04

    tutti i gufacci ,quelli abituali e quelli per l'occasione, l'entusiasmo di media juventini e milanisti delusi ,il sogno (ma era solo un sogno) romanista si è infranto sulla scogliera nerazzurra. Giustificazioni? arbitri inadeguati .Erano più adeguati quelli dei 10 rigori a favore? quelli che hanno ignorato i vaffa giallorossi? quelli che nonhanno visto i pollici giù verso i laziali? quelli che non hanno concesso rigori evidenti all'inter? quelli che hanno buttato fuori frettolosamente giocatori nerazzurri? quelli che hanno visto sempre bene e relazionato meglio i gesti di mou? era anche inadeguato il guardalinee che ha fermato cassano davanti al portiere per un fuorigioco inesistente? sembrava che l'italia intera non stesse aspettando altro che la sconfitta del mostro interista: vi è andata male ,ritentate l'anno prossimo , se ci sarete!

    Report

    Rispondi

blog