Cerca

Olimpico esulta per l'Inter

I nerazzurri battono 2-0 una Lazio un po' morbida e vola a +2 dalla Roma

Olimpico esulta per l'Inter
I boati di uno stadio intero, unito contro la Lazio in campo e contro la Roma spettatrice interessata, hanno accompagnato i tre punti che consentiranno con buona probabilità alla squadra nerazzurra di mettere in tasca il 18esimo scudetto.

Nell’atteso posticipo dell’Olimpico la Lazio si è arresa all’Inter con un 2-0 deciso da un goal nel primo minuto di recupero del primo tempo firmato dall’ex romanista Walter Samuel, a segno con un colpo di testa da distanza ravvicinata su amnesia generale della difesa biancoceleste e dal raddoppio di Thiago Motta, sempre di testa su corner.

Il risultato ha mandato in visibilio i tifosi di entrambe le squadre, unite nei cori di scherno alla Roma e nell’esultanza per i goal nerazzurri. L’Inter, che nelle ultime due giornate giocherà in casa con il Chievo e  sul campo del Siena, ha conservato in questo modo i due punti di margine sulla Roma, tornata temporaneamente al comando della classifica grazie al 2-1 ottenuto a fatica sabato in casa del Parma al termine di una battaglia di 90 minuti.

La Roma, che otterrebbe il titolo anche in caso di arrivo a pari punti con l’Inter, nelle ultime due giornate ospiterà il Cagliari per poi chiudere a Verona con il Chievo. Mercoledì Inter e Roma si ritroveranno di fronte all’Olimpico per la finale di Coppa Italia.

Sul fronte della corsa alla Champions League la terzultima giornata ha tagliato fuori Juventus e Napoli dalla volata per l'Europa, mentre in coda è arrivata la certezza matematica della retrocessione del Siena con l’Atalanta di fatto condannata da un incredibile autogoal nella finale.

La 36esima giornata del campionato di Serie A ha bocciato definitivamente le aspirazioni di Napoli e Juventus lasciando in sospeso tra la Sampdoria e il Palermo il sogno della qualificazione ai preliminari della Champions League. La Sampdoria, trascinata da un goal per tempo di Antonio Cassano e Rreto Ziegler, ha sconfitto il Livorno per 2-0 a Genova conservando il quarto posto con due punti di margine sul Palermo, passato per 2-1 sul campo del Siena matematicamente retrocesso.

Il Napoli, grazie a Ezequiel Lavezzi, ha sbancato il campo del Chievo Verona per 2-1 ottenendo un sorpasso importante sulla Juventus, ora settima in classifica ad un punto dai campani. Napoli e Juventus, staccate di cinque e sei punti dal Palermo, nelle ultime due giornate si contenderanno il sesto posto, fondamentale per la qualificazione diretta all’Europa League. Negli altri incontri Bari-Genoa 3-0 e Cagliari-Udinese 2-2 con i friulani salvi a quota 43 punti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TARANTO1

    03 Maggio 2010 - 13:01

    La Sensi ha reso ancora più ridicolo il suo essere comunista con le caratteristiche di capitalismo anche se in fallimento, scommetto che se fosse capitato alla Roma di incontrare nelle stesse condizioni i cugini del Milan non si sarebbe scndalizzata. Per caso non è che anche la sua presenza e sgradita ? come quella di qualunque comunista con i soldi

    Report

    Rispondi

blog