Cerca

Bettega lascia la Juventus

Lunedì l'annuncio. Era il vice direttore generale dei bianconeri

Bettega lascia la Juventus
E' durata solo sei mesi la quarta avventura di Roberto Bettega con la Juventus. Lunedì pomeriggio, infatti, la società bianconera ha ufficializzato la fine del rapporto con quello che dallo scorso 23 dicembre era diventato  il vice direttore generale e braccio destro del presidente Jean Claude Blanc.

La notizia è stata data in una nota dalla stessa società guidata dal nuovo presidente Andrea Agnelli.
"La Juventus e Roberto Bettega comunicano l'avvenuta cessazione della loro collaborazione. La Juventus ringrazia Roberto Bettega per aver dato la propria collaborazione in un momento particolarmente complesso. Roberto Bettega saluta con commozione la maglia bianconera e i tifosi cui ha dedicato una parte lunga ed indimenticabile della propria vita con passione e grande amore sia nei momenti esaltanti, sia in quelli più difficili".

Come detto, questa era la quarta esperienza di Bettega nelle file della Juventus. Prima era stato giocatore, iniziando la sua trafila sportiva da giovanissimo nella categoria dei pulcini e arrivando fino alla prima squadra, dove totalizzò 480 presenze. Poi, appese le scarpe al chiodo, Bettega divenne uno dei capisaldi della Triade, diventando con Moggi e Giraudo uno dei dirigenti più chiacchierati e vincenti della storia della Juventus. Anche dopo la deflagrazione dello scandalo "Calciopoli", rimase all'interno della società diventando un consulente di mercato dei bianconeri, carica che ricoprì fino al mese di maggio del 2009. Poi il nuovo incarico offertogli dalla vecchia dirigenza targata Blanc e, ora, l'addio forse definitivo alla Vecchia Signora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • leva57

    01 Giugno 2010 - 08:08

    Ricordo quel terribile giorno , quei morti innocenti , per una partita che doveva esser una festa . Ricordo il raccappricciante gesto di gioia al gol di Platini , i festeggiamenti alla fine dei giocatori e le feste a Torino...i morti ? Dimenticati , sacrificati in nome del dio calcio ! La Juve faccia il vero gesto di ringraziamento alle vittime : RINUNCI A QUELLA COPPA PIENA DI DOLORE E DI SANGUE ...

    Report

    Rispondi

  • p.giorgio

    31 Maggio 2010 - 21:09

    Se Bettega non avesse avuto gli occhi foderati di prosciutto, non sarebbe mai entrato in "quella" Juventus. E poi poi per fare chè ?: per coprirsi la faccia ad ogni gol incassato?. per amore? per soldi? Via, Avrebbe fatto miglior figura restandosene fuori, almeno avremmo avuto un buon ricordo di lui. Ora non piu'. Si legga il sig. Bettega, l'ultimo verso di "A Zacinto" ,di un certo Alfieri, piemontese come lui, e non lo dimentichi mai.

    Report

    Rispondi

blog