Cerca

Calcio spendaccione. Anche in Francia si invoca l'austerità

La ministra Rama Yade attacca la scelta dell'albergo francese. "Troppo lussuoso"

Calcio spendaccione. Anche in Francia si invoca l'austerità
Non solo in Italia. Anche in Francia i calciatori e le loro spese folli sono finite nell’occhio del ciclone politico. A scatenare le boutade transalpina non sono stati gli stipendi dei calciatori nei rispettivi club o i premi promessi a livello statale in caso di vittoria ai mondiali.
Al giovane segretario di stato allo Sport Rama Yade non è affatto piaciuta la scelta della Federazione francese che, per il suo ritiro sudafricano, ha scelto un albergo da “Mille e una notte”. Le caratteristiche del Penzula Resort di Knysna sono infatti faraoniche: cinque stelle, spiaggia privata, camere moderne con vista sull'oceano, bagni in marmo, campo da golf, piscina riscaldata, hammam e diversi ristoranti con chef rinomati a livello internazionale; insomma tutto quanto possa servire per impedire ai giocatori di non farsi logorare dallo stress della vigilia.
“E’ una scelta troppo lussuosa -  ha tuonato la 33enne Yade –. I dirigenti del calcio dovrebbero mostrare un po’ di decenza in un periodo di crisi economica”.
Ma, esattamente come accaduto al leghista Calderoli, anche in questo caso la reazione dei politici e degli addetti ai lavori non si è fatta attendere.
“Non è più tempo di fare polemiche – ha tagliato corto Francois Fillon, una personalità vicina al premier –. I Bleus vanno incoraggiati con tutte le nostre forze”.
Sbotta anche il ministro della Salute e dello Sport, Roselyne Bachelot, mettendo in evidenza che è la Fifa che paga: le spese di vitto e alloggio della nazionale “non costano un euro al contribuente”.

Tuttavia, più che l’attacco ai blues e al ct Domenech, quella del ministro francese sembra un attacco al mondo del calcio, diventato ormai un mondo fatto di business e soldi a cascata. I numeri, del resto, sono da capogiro: la Fifa ha predisposto per questi Mondiali un budget di 350 milioni di euro da distribuire tra le 32 squadre. Solo per quanto riguarda gli alloggi, al Penzula Resort le stanze costano 589 euro a notte. I giocatori inglesi per l’alloggio hanno speso un totale di 1,2 milioni di euro e alloggiano al Bafokeng Camp Royal Marang Hotel (con suite a 240 euro). Più spartani gli spagnoli, i quali hanno scelto un campus universitario, anche se dotato di attrezzature proprie di un albergo di lusso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog