Cerca

Un gollonzo condanna la Danimarca L'Olanda fa festa

Nel 2 a 0 con cui gli orange vincono all'esordio, decisiva l'autorete di S. Poulsen

Un gollonzo condanna la Danimarca L'Olanda fa festa
Dopo le papere dei portieri e i fuorigioco improvvisati, ecco il primo autogol del mondiale Sudafricano. La paternità del triste primato appartiene ai giocatori danesi Agger e S. Poulsen, i quali con la loro sfortunata autorete hanno spianato la strada al successo olandese nel primo match del girone E.

Pur senza brillare, infatti, Sneijder e compagni hanno piegato nella ripresa l’ostica e quadrata formazione danese allenata da Morten Olsen. Decisiva in tal senso la rete del vantaggio, maturata al 1’ della ripresa grazie a una carambola fantozziana tra Simon Poulsen e Agger. Insomma l’ennesimo gollonzo di un mondiale che si sta caratterizzando per le frittate difensive e, diciamolo chiaramente, non tutte le colpe possono essere attribuite alla malasorte o al tanto discusso pallone “Jabulani”.

Vittoria comunque meritata quella dell’Olanda, il cui maggior problema è stato quello di passare in vantaggio. Dopo un primo tempo sottoritmo e sonnacchioso, gli orange nella ripresa trovano subito la via del gol: cross dalla sinistra di Van Persie, il difensore danese Agger respinge di testa ma manda la sfera sulla schiena del compagno Simon Poulsen, il quale si trasforma suo malgrado in una sponda fatale per il portiere.
Sull’1 a 0, l’Olanda gestisce la reazione avversaria e nel finale prova a raddoppiare sfruttando gli spazi concessi dai danesi: all’82’ traversa piena colta dalla lunga distanza da Sneijder. Passano tre minuti e anche Elia coglie un legno con un diagonale rasoterra, ma questa volta pronto al tapin c’è Kuyt che firma il definitivo 2 a 0.

Tra pochi minuti in campo Giappone e Cameron, per il secondo match del girone E.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog