Cerca

Il ritorno azzurro di Roberto Baggio

Il "Divin codino" potrebbe ricoprire il ruolo di presidente del Comitato tecnico nel nuovo progetto della Figc

Il ritorno azzurro di Roberto Baggio
Se è qualità la parola d’ordine per rilanciare la nazionale italiana di calcio e l’intero movimento azzurro, allora nessuno meglio di Roberto Baggio potrebbe rivestire il ruolo di presidente del Comitato tecnico della Figc. Il “Divin codino”, infatti, ha confermato oggi la sua disponibilità a disegnare insieme al presidente Abete un percorso condiviso che porterebbe l’ex numero 10 di Fiorentina, Juventus, Inter, Bologna e Brescia nell’organico della Federazione.
"Roberto Baggio conferma la sua disponibilità", ha detto il procuratore di Baggio, Vittorio Petrone, confermando l'anticipazione di alcuni organi di stampa. Per saperne di più, comunque, bisognerà attendere l'incontro nei prossimi giorni con il presidente Abete, durante il quale verranno approfonditi i temi oggetto dell'eventuale incarico.

Disponibilità – La notizia del coinvolgimento di Baggio nel nuovo progetto azzurro era già circolata nell’ambiente, anche in virtù del fatto che lo stesso fantasista aveva espresso la sua disponibilità a Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione italiana allenatori.
“La principale motivazione di Roberto Baggio a rendersi disponibile per verificare e approfondire i temi dell'eventuali incarico - ha aggiunto il procuratore Petrone – è quella di offrire il proprio contributo e l'esperienza acquisita in più di 22 anni di calcio giocato e quello di presidente del Comitato tecnico è certamente un incarico che potrebbe rispondere al desiderio di partecipazione che Roberto Baggio desidera offrire al calcio italiano e alla Federazione”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    15 Luglio 2010 - 11:11

    siamo bravissimi a dare una bella imbiancata alla facciata di una casa che dentro cade a pezzi. Si continuano a tirare in ballo personaggi o politici (abete e compagnia cantante) che di calcio non ne sanno assolutamente nulla, ma anzi vivono di interessi ed affari; ed ex, grandi non lo nego, campioni, ma che dal punto di vista di capacità legate alle organizzazioni calcistiche ne sanno come il sottoscritto di mineralogia e trivellazioni petrolifere. Baggio oltre che andare a caccia nella sua tenuta in argenti non si è mai visto o sentito fare un commento tecnicamente sensato in ambito calcistico da quando ha appeso le scarpe al chiodo perchè le ginocchia non le reggevano più in piedi.....e questo sarebbe l'uomo, anzi il futuro presidente per questo incarico? solita fuffa politica e atteggiamento simile a quello che portò Albertini a ricoprire un ruolo federale.....solo perchè uomo di scuderia e signorsi perfetto!

    Report

    Rispondi

blog