Cerca

I dentisti tunisini querelano Gallas

Il giocatore francese ha preferito far arrivare il suo medico da Parigi, pagando 25mila euro, che farsi visitare dai colleghi africani

I dentisti tunisini querelano Gallas
L'associazione nazionale dei dentisti tunisini non ci vede più dalla rabbia, e fa niente se Wialliam Gallas è un campione di calcio: lo sgarbo che ha fatto non si può perdonare. Lo scorso maggio il calciatore, mentre si trovava in ritiro pre-mondiale con la nazionale francese, in Tunisia appunto, è stato colpito da un improvviso quanto fastidioso mal di denti. Sebbene la selezione transalpina viaggi con un nutrito staff medico al seguito, non era presente uno specialista odontoiatra. A quel punto, la logica avrebbe suggerito di interpellare un dentista locale, magari verificando prima le credenziali ma l'ex giocatore dell'Arsenal non ha voluto sentire ragioni: lui dai tunisini le mani in bocca non voleva farsele mettere. A quel punto ha preso il cellulare e contattato il suo dentista di fiducia in patria, prenotato per lui un volo con jet privato e alla fine, una volta sistemata la fastidiosa carie, saldato una parcella da 25mila euro. Quel che è peggio - per l'associazione dei dentisti tunisini - è che il campione non ha avuto il minimo riserbo nel commentare la faccenda, riferendo per filo e per segno ai media le perplessità riguardo i medici della Tunisia. Il danno d'immagine è enorme, da qui la decisione passare alle vie legali: "Lo quereleremo per danni alla chirurgia dentale in Tunisia", ha annunciato il presidente dell'Unione dentisti, Adel Ben Smida.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • almansi1939

    14 Luglio 2010 - 12:12

    Gallas è padrone di farsi curare da chi vuole e se si può permettere di spendere 25000 euro per il suo dentista personale, morale a parte, ha tutto il diritto di farlo. Non ha però il diritto di criticare la classe odontoiatrica del paese in cui si trovava, dovrebbe fare le sue scuse.

    Report

    Rispondi

  • Marcoenrico

    14 Luglio 2010 - 12:12

    Innanzitutto impariamo che i giocatori di calcio sono troppo pagati. Non vi è nessuno al mondo che sia disposto a pagare tali cifre per una carie. Quindi i soldi mal guadagnati vengono malamente sprecati. Alla faccia di chi stenta ad arrivare alla fine del mese. Poi con un piccolo sforzo di fantasia proviamo ad immaginare cosa sarebbe successo sui quotidiani progressisti se invece di essere Gallas fosse stato un calciatore dalla pelle candida e magari dal crine biondo o rosso. Si sarebbero stracciate le vesti gridando al razzismo ed avrebbero scritto fiumi di stupidaggini a favore dei medici del terzo mondo etc etc. Che tristezza.

    Report

    Rispondi

blog