Cerca

L'Italbasket non volta pagina: Ko a Bari contro Israele

Le qualificazioni agli Europei iniziano male. Troppe imprecisioni al tiro e avversari che passano 79 a 71

L'Italbasket non volta pagina: Ko a Bari contro Israele
Certo non è l’esordio che ci aspettavamo. La nuova Italbasket guidata da ct Pianigiani inizia il suo percorso nelle qualificazioni agli Europei del 2011 perdendo a Bari contro Israele per 79 a 71.
Nonostante gli otto punti di passivo alla sirena finale, il match era già perso al termine del secondo quarto, quando gli azzurri sono naufragati vedendo gli avversari scappare a +12.
Troppo facile dire cosa non è andato: squadra altalenante e solo a sprazzi in partita, conclusione della manovra troppo spesso forzata con avventati tiri da tre e difesa che a tratti ha concesso facili percussioni centrali ai palleggiatori israeliani. E, come se non bastasse, quando la trasmissione di palla era ottimale, gli italiani si sono dimostrati poco precisi al tiro, con delle percentuali da dilettanti.
E pensare che Bargnani e Belinelli, questa volta, avevano fatto in pieno il loro dovere, dando qualità all’Italia soprattutto in zona realizzativa: eccezionale soprattutto Bargnani, grande nel suo ruolo di pivot sotto canestro.

Gara subito in salita – Come detto basta la prima metà di gara per deludere i 5000 tifosi accorsi a Bari. Dopo un primo quarto equilibrato concluso con Israele avanti 20 a 19, il secondo quarto mette a nudo tutti i difetti dell’Italia, che esce da sola dal match, pagando un parziale terribile di 25 a 14 che porta il risultato sul 33-45. In pratica la gara si chiude qui. Pianigiani prova a tenere in vita la squadra, cercando almeno di limitare una differenza punti che potrebbe risultare decisiva almeno per il secondo posto nel girone. Tuttavia la squadra appare contratta e fa ciò che Israele vuole: affretta i tempi e prova insistentemente i tiri da tre, con risultati pessimi. Il passivo, di conseguenza, si dilata fino ad arrivare a 14 punti, poi ridotti a otto solo grazie a un paio di palle recuperate, alla bomba di Bargnani e alla percussione laterale di Belinelli.

Discorso qualificazione – Con questa partenza falsa, l’Italia sarà costretta a vincere in Lettonia e con la Finlandia il 5 e l’8 agosto, per così presentarsi al difficile incontro esterno con il Montenegro, la squadra che, con Israele, potrebbe contenderci il pass per gli Europei (consulta il programma delle partite).

Italia – Israele 71 – 79
(19-20, 33-45, 55-67)
Italia: Bargnani 20, Mordente 4, Crosariol 2, Datome 2, Ress, Gigli 5, Vitali 6, Aradori 5, Belinelli 20, Maestranzi 5, Carraretto 2.
Statistiche Italia. Tiri da due: 21/38 (55%), Tiri da tre: 5/30 (17%), Tiri Liberi:14/17 (82%).
Israele: Limonad 0, Ohayon 3, Naimy 10, Bluthental 10, Pnini 9, Casspi 9, Burstein 6, Eliyahu 0, Halperin 16, Green 9, Kukia 7.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog