Cerca

Pizzetti si ripete: bronzo anche negli 800 sl

Dopo il terzo posto nei 1500 sl, il lodigiano ancora sul podio. E la Pellegrini vola in finale nei 200 sl: domani a caccia dell'oro

Pizzetti si ripete: bronzo anche negli 800 sl
Centra il bis Samuel Pizzetti agli Europei di Budapest. Dopo l’ottimo bronzo nei 1500 stile libero conquistato mercoledì, l’atleta lombardo si è ripetuto ottenendo nei "suoi" 800 un altro piazzamento sul gradino più basso del podio.
L’azzurro ha chiuso con il tempo di 7'49"94, venendo preceduto dal francese Sebastien Rouault (tempo di 7'48"289) e dal tedesco Christian Kubush (7'49"12). Solo sesto, invece, Federico Colbertaldo in 7'54"84.
Un risultato da accogliere con grande soddisfazione, anche se i tecnici, forse, in questa prova sulle sedici vasche potevano aspettarsi qualcosa in più da Pizzetti.
Del resto il ventiquattrenne di Lodi negli 800 sl si era già piazzato al terzo posto europeo due anni fa nella rassegna olandese di Eindhoven. Di conseguenza molti si attendevano un miglioramento di risultato. Tuttavia, come detto, Pizzetti in questo biennio ha mosso i primi passi anche nei 1500, in vista di un ambizioso progetto che terminerà alle Olimpiadi di Londra 2012.

La Pellegrini vola in finale nei 200 - Oltre al podio di Pizzetti, in vasca si è rivista anche Federica Pellegrini che, a 24 ore dalla medaglia di bronzo negli 800, ha centrato facile la finale dei 200 stile libero in 1’56"53, un tempone che gli varrà la terza corsia nella finale di domani. L'atleta veneta ha ancora una volta confermato il suo feeling con questa distanza, in cui non a caso è anche campionessa olimpica e mondiale. In caso di oro anche agli Europei, la Pellegrini centrerebbe un fantastico Grande Slam.

Amarezza Magnini - Se la Pellegrini non delude, manca di un soffio un posto sul podio Filippo Magnini, l'uomo forte della nazionale italiana nei 100 m stile libero.
Nella gara vinta dal francese Bernard, l'azzurro ha chiuso in quarta posizione. Ottavo l'altro italiano Luca Dotto.
Niente medaglia nemmeno per
Chiara Boggiatto, sesta nei 200 rana con il tempo di 2'28''61. A vincere l'oro la russa Anastasia Chaun.

Gli altri - Nei 200 dorso ottiene il pass per la finale di domani Sebastiano Ranfagni, autore del sesto tempo in 1’58"73; bocciato invece Damiano Lestingi, 12°. Finale nei 50 dorso anche a Elena Gemo, mentre nei 50 rana promosso alla gara per le medaglie Fabio Scozzoli: per lui 27"46, a 26 centesimi dal record italiano di Alessandro Terrin, che nella seconda semifinale chiude nono primo eliminato in 27"69 e non potrà tornare a giocarsi le medaglie nella piscina in cui fu d'oro quattro anno fa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog