Cerca

L'Italia va a canestro a Tel Aviv

Battuto Israele 81 a 76. Il pass per gli Europei resta difficile, ma la squadra conferma i passi in avanti

L'Italia va a canestro a Tel Aviv
L’Italia dei condottieri Nba conquista il palazzetto di Tel Aviv e tiene vive le speranze di accedere direttamente agli Europei lituani del 2011.
Gli azzurri del basket, trainati dal solito Bargnani e da un Belinelli in formato genio, hanno infatti battuto martedì sera Israele 81 a 76, ottenendo così il secondo exploit in questo girone di qualificazione su cinque partite sin qui disputate.
Se è vero che la qualificazione diretta alla rassegna continentale resta proibitiva, è pur vero che la squadra diretta da Pianigiani sta confermando i passi avanti denotati dalla gara di esordio in avanti: difesa decisamente più rocciosa, circolazione di palla fluida e, soprattutto, un quintetto valido che riesce a macinare gioco anche quando Belinelli, Bargnani e Maestranzi si accomodano in panchina per tirare il fiato. Insomma la tendenza è stata invertita, la nazionale ora appare non più in calo ma in crescita. Ed era in fondo questo il primo compito che la Fip aveva assegnato al nuovo ct.

La gara di Tel Aviv è stata infatti la migliore sin qui disputata dagli azzurri nel nuovo ciclo. Sin dai primi minuti gli italiani hanno preso in mano le redini del gioco e, soprattutto, del punteggio. Bastano quattro minuti per capire l’andazzo del match: Gigli e Bargnani schiacciano quattro volte nel canestro israeliano, mentre i padroni di casa infilano la reticella azzurra solo grazie a Halperin dopo l’eternità di 4’ di gioco.
Maestranzi, Crosariol, Mancinelli e Ress tengono avanti l’Italia, annullando il ritorno degli avversari e portando gli azzurri al riposo lungo sul 48 a 39. Il terzo quarto sembra poter sancire il trionfo. Belinelli sale letteralmente in cattedra, Israele è in confusione e affonda a -15 (54-69). L’Italia sembra persino in grado di annullare il passivo di 8 punti rimediato a Bari e passare in vantaggio nella differenza punti. Invece nel quarto tempo qualcosa si rompe. L’Italia diventa improvvisamente frettolosa, mostrando l’unico neo della serata, ossia le percentuali ridotta nei tiri da 3 (7/29, 24%). Israele riesce così a riportarsi sotto e a chiudere sul 76 a 81, un divario minimo che ci impedisce di colmare il -8 di Bari. Israele, insomma, rimane avanti non solo nelle vittorie (3/5) ma anche nella differenza punti.

Pass proibitivo – Nonostante la buona prova, è necessario dire che la qualificazione diretta alla rassegna continentale resta comunque un miraggio: l’Italia dovrebbe collezionare tre vittorie nelle rimanenti partite, sperando che Israele ne perda almeno una. Molto più probabile, invece, che l’Italia del basket acceda all'Additional Qualification Round, dove le sei migliori squadre scartate si giocheranno l’ultimo posto a disposizione sull’aereo che porta in Lituania.

Israele - Italia 76-81 (17-22, 39-48, 60-69)
Israele: Limonad 3, Naimy 0, Bluthenthal 7, Casspi 20, Burstein 10, Eliyahu 19, Rothbart, Green 2, Kokia . Allenatore: Ari Shrivek
Italia: Giachetti 5, Mancinelli 9, Bargnani 26, Mordente 6, Crosariol 4, Ress 0, Gigli 6, Belinelli 14, Maestranzi 11, Carraretto 0. Allenatore: Simone Pianigiani.
Statistiche Italia: 24/34 da due; 7/29 da tre; Ita 12/19 tiri liberi. Belinelli: 6 assist e 8 rimbalzi.

Classifica girone A

Montenegro 9
Israele  8
Italia  7
Lettonia  7
Finlandia 5

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog