Cerca

Grande Italbasket a Bari: Lettonia ko 109 a 93

Bargnani trascina i suoi con 30 punti. Ma tutta la squadra gira bene. Per il pass europeo, però, servono due ko di Israele

Grande Italbasket a Bari: Lettonia ko 109 a 93
Sì. Stiamo crescendo. Potrebbe sembrare inutile ripetere quei commenti che da un paio di settimane riproponiamo per la nazionale di basket (già dalla sconfitta con il Montenegro), però questo è quanto: l’Italia non è più quella quasi inguardabile dell’esordio a Bari contro Israele.
Vincendo contro la Lettonia con l’eloquente punteggio di 109 a 93, infatti, la squadra di Pianigiani ha confermato tutti i suoi passi avanti, sia sotto il profilo dei singoli, sia per quanto concerne il gioco di squadra.
Una vittoria che consolida il nostro terzo posto nel girone A, alle spalle di Montenegro e Israele: probabilmente l’accesso diretto agli Europei è utopia (dovremmo vincere contro Finlandia e Montenegro, sperando che Israele inciampi due volte nelle ultime tre gare), ma ora abbiamo finalmente la consapevolezza di avere un team con buone prospettive future. E in fondo era questo che volevamo dal nuovo corso azzurro.

La gara – Vittoria unico obiettivo per gli azzurri, scesi in un palazzetto barese mai così entusiasta. A scaldare ulteriormente gli animi ci pensa Andrea Bargnani, il quale inizia la sua partita da 30 punti infilando i lettoni da tutte le parti. Per lui 10 punti nel primo quarto, a cui vanno aggiunti i 7 dell’altro uomo NBA, Belinelli. Spinti dai due fenomeni, l’Italia chiude i primi 10’ sul 26 a 17. Nel secondo quarto la musica non cambia, anzi, due bombe di Mordente e un gioco da 4 di Giachetti ci portano sul 38 a 27. Poi Belinelli e un Ress atomico fissano il risultato sul 58 a 41 con cui si chiude il primo tempo.
Solo nel terzo tempo l’Italia rallenta, subendo un parziale di 11 a 0 che riporta a distanza di attenzione la Lettonia (84-72). Tuttavia la riscossa dei nostri avversari dura poco: l’attacco italiano ha le mani calde, sia sotto canestro che da tre. Così l’ultimo quarto diventa una gara nervosa, con le difese in bambola e le due squadre più impegnate a segnare punti che non a evitarli.
A 4’ dalla fine Bargnani raggiunge i 30 punti, record personale di sempre in maglia azzurra; mentre Giachetti ci fa sfondare il muro dei 100. Intanto gli arbitri espellono il tecnico lettone Bagatskis (secondo tecnico alla panchina) e danno un fallo antisportivo a Giachetti. Ma tant’è: il 109 a 93 finale ci permette di fare festa e, nel limite del possibile, anche di sognare la qualificazione diretta.

Italia-Lettonia 109-93 (26- 17, 58-41, 84-72, 109-93)
Italia: Giachetti 18, Mancinelli 8, Bargnani 30, Mordente 10, Crosariol 2, Ress 6, Gigli 4, Vitali ne, Aradori, Belinelli 19, Maestranzi 6, Carraretto 6. Allenatore: Simone Pianigiani.
Lettonia: Freimanis 4, Jurevicus 3, Bertans 13, Bankevics 14, Kalve 9, Strelnieks 12, Berzins 14, Selakovs 2, Jeromanovs 4, Zakis 11, Kuksiks 7. Allenatore: Ainars Bagatskis.
Statistiche Italia: da due 21/39, da tre 11/29, tiri liberi 34/39.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog