Cerca

I presidenti di Juve e Inter animano il derby d'Italia

Moratti: "Meglio multietnici che comprare le partite". I bianconeri: "Non hanno mai saputo perdere e non hanno imparato a vincere"

I presidenti di Juve e Inter animano il derby d'Italia
In attesa di vederle in campo e confrontarsi a suon di pressing, schemi e giocate individuali, Juventus e Inter animano queste ultime giornate prima dell’inizio del campionato grazie alle dichiarazioni pepate dei loro presidenti.

Moratti –
L’Inter vince, in Italia e ora pure in Europa. E tra pochi giorni il club di via Turati rischia di vivere un’altra serata magica (venerdì a Montecarlo la Supercoppa Europea contro l’Atletico Madrid). Come criticarla, dunque?
Facile, facendo notare come, ancora una volta, anche in Supercoppa Italiana l’unico giocatore “nostrano” sceso in campo sia Marco Materazzi, gettato dalla mischia da Benitez a una manciata di minuti dal termine del match, quando ormai il risultato era in cassaforte.
Ma Massimo Moratti non ci è stato e, in un’intervista rilasciata a Mediaset Premium, è partito in un suo personale contropiede.
"Pochi italiani? Sarei più fiero di questa possibilità che l'Inter ha dato al Paese di essere prima in classifica in tutto. Bisogna trovare un difetto a chi vince, ma meglio essere multietnici che comprare le partite".

Replica Juve –
Toccato il nervo scoperto bianconero, la dirigenza piemontese è scesa compatta sul campo di battaglia.
Il primo a rispondere all’assalto interista è stato l’azionista di maggioranza della Vecchia Signora, John Elkann.
"Secondo me loro non hanno mai saputo perdere e non hanno imparato a vincere".
Ma nemmeno Andrea Agnelli, il nuovo presidente bianconero, ha accettato lo sfottò di Moratti.
"Moratti dovrebbe cominciare a imparare a gioire delle sue vittorie, ho trovato le sue parole inutili".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    25 Agosto 2010 - 10:10

    Quell'eccentrico di moratti proprio...non aiuta. Quest'ultima "uscita" infamante non ci voleva ad inizio campionato...come a voler mettere un pò di pepe ad una litigiosità mai sopita ( ma almeno da parte della tifoseria juventina). Se però ci si mette anche la dirigenza antagonista...non propriamente nuova a stuzzicare con bassezze non degne di quel lignaggio. Proprio a quella sua inter che che vivendo e navigando tra continue "prescrizioni" e illeciti di ogni tipo, è riuscita sempre a "sgattaiolare" evitando il benchè minimo punto di penalizzazione in classifica..mentre la sua accusa di ladri (o equiparativo)...non poggia da nessuna parte e piuttosto sarebbe da controbattere a livello reprimendo e giuridico...dalla nuova Presidenza juventina. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • peperoni

    24 Agosto 2010 - 20:08

    non mi sembra che moggi egli altri siano accusati di coperare partite, chi ha coperato qualcosa è l'altra squadra di milano non il milan, che al vertice del calcio ha messo un suo dipendente o no !

    Report

    Rispondi

blog