Cerca

Robinho al Milan e Borriello alla Roma

L'attaccante brasiliano lascia il Manchester City e firma un contratto quadriennale con il club rossonero

Robinho al Milan e Borriello alla Roma
Secondo colpo grosso della Società rossonera. Dopo Zlatan Ibrahimovic, a poche ore dalla chiusura del calcio mercato, il Milan acquista dal Manchester City l'attaccante brasiliano Robinho. E' ufficiale: "A.C. Milan comunica di avere acquisito il calciatore Robinho, a titolo definitivo dal Manchester City. Il giocatore brasiliano ha firmato con la Società rossonera un contratto quadriennale", si legge sul sito del club.
Prima di effettuare i controlli di rito a Gallarate, Robinho ha dichiarato: "Sono molto felice. Spero di avere molto successo con il Milan e spero che il nostro attacco possa dimostrare in campo di essere forte".

Intanto l'attaccante Marco Borriello, dopo le trattative fallite con la Juventus, si appresta a lasciare la squadra. Il direttore sportivo giallorosso Daniele Pradè e l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani hanno raggiunto un accordo nell'ultima ora disponibile per le trattative: la Roma prende Borriello in prestito con diritto di riscatto. Sul sito rossonero si legge: "A.C. Milan comunica di aver ceduto all'A.S. Roma, a titolo temporaneo, le prestazioni sportive del calciatore". Da parte sua Borriello commenta con poche parole: "Voglio solo dire che sono contento, è una svolta importante per la mia carriera. Il resto lo dirò domani in conferenza stampa".
Il Milan ha ceduto anche l’olandese Klaas Huntelaar, venduto a titolo definitivo allo Schalke 04.

Merito del presidente
- Alla fine di una "settimana faticosissima e complicatissima", Galliani ha assicurato che il merito degli acquisti è tutto del presidente Silvio Berlusconi: "Ha fatto un altro regalo ai tifosi", ha detto il vicepresidente rossonero a Sky. "Erano tanti anni che non lo vedevo così appassionato e innamorato del Milan, questa notizia è più importante degli acquisti stessi. E’ stato lui stesso a dirci di andare avanti con Robinho anche se non cedevamo Borriello. Ci è costato 18 milioni più i bonus, avrà probabilmente la maglia numero 70, perché Ibra ha già scelto l’11. Robinho un giocatore giovane, è titolare e una delle stelle del Brasile. Allegri insisteva per avere un attaccante esterno da alternare con Ronaldinho ed è stato accontentato".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • leisenmario

    03 Settembre 2010 - 17:05

    Dopo due anni senza mai comprare giocatori di valore (e i risultati negativi si sono visti) finalmente una campagna acqusti intelligente,pochi ma di valore e nei posti giusti.Io penso che quest'anno il MILAN si prenderà parecchie soddisfazioni.

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    02 Settembre 2010 - 12:12

    Si cambia tutto per non cambiare niente ?...è più di un sospetto !! A seminare...si è seminato, ma non si sa cosa. Vedremo come evolverà la "conigliata" di madama. Anche il Bari innestò nove giocatori nuovi...partendo comunque "alla grande". Le ultime parole di Diego, se non dettate da risentimento, sarebbero pesanti per il d.s. Marotta (brutta assonanza con Moratti ?). Quando si pensò a Martinez (comunque buon giocatore), perchè non si alzò il tiro puntando anche Maxi Lopez ? Con più lungimiranza (e non solo dettato dal risultato economico)...se doveva essere venduto Diego...almeno adeguatamentee, poi "l'anno terribile" capitato a questa squadra...poteva anche meritare "l'appello" (circa 10 ml. di minus-valenza ?). Altrimenti si potrebbe pensare ad un'operazione di Borsa (quanta attinenza) "pur di cambiare portafoglio"...ed ancora, perchè la Exor non ha comunicato che non sarebbe "intervenuta"...prima della campagna abbonamenti ?? Già...mica stupidi. Una Juventus, poi, non può comportarsi "da ultime ore"...come la gattina frettolosa. I tifosi abbonati sono furenti...a dir poco !! La forbice da Inter e Milan si è aperta ancora di più,...ahimè !! Infine mi chiedo, e questo potrebbe essere un problema futuro, come faranno squadre che hanno improntato l'attuale mercato...a riscattare attuali prestiti di giocatori...se in prospettiva aumentasse il disinteresse degli spettatori...per disaffezione e delusione ; questo sarà interessante vedere. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    01 Settembre 2010 - 17:05

    ultime parole famose di un campione girovago con frequenti mal di pancia. Le squadre di calcio non sono solo il mettere insieme calciatori di indubbia classe e dagli ingaggi e costi faraonici: il real madrid edizione 2010 avrebbe avuto solo il problema di portare in campo un pallottoliere. Un campionato comporta difficoltà di varia natura , dall'ambientale alla fusione caratteriale di calciatori con il loro coach, dalla assenza di infortuni gravi (vedere al riguardo la terribile annata della juve)agli errori arbitrali in momenti cruciali del campionato, dalle squadre che lottano con ogni mezzo per la salvezza al numero delle partite che i grandi giocatori sono costretti a disputare fra coppe, coppette e nazionali con le relative trasvolate atlantiche (bisognerebbe creare campi di allenamento sui voli intercontinentali). Cercheremo di vincere tutto, suona più corretto e meno cialtronesco nei confronti di una tifoseria che, abbagliata dai milioni, potrebbe uscire di testa.

    Report

    Rispondi

  • yaaa

    31 Agosto 2010 - 21:09

    se fosse stato più a ridosso delle elezioni Silvio avrebbe comprato anche Messi ...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog