Cerca

Italia-Estonia, uno spot oscura il gol di Cassano. La Rai chiede scusa

Gli italiani, da casa, hanno visto solo la palla già in rete e l'esultanza degli Azzurri. Per fortuna finisce 2-1

Italia-Estonia, uno spot oscura il gol di Cassano. La Rai chiede scusa

Italia-Estonia finisce 2-1 a Tallin. Un buon risultato per il neoallenatore Prandelli e la sua Nazionale, la prima vittoria in una gara che conta. Non tutto però è andato per il verso giusto, almeno per i tifosi. Gli italiani sugli spalti hanno sofferto per il vantaggio iniziale della squadra avversaria (Zenjov al 29') e i tifosi incollati al piccolo schermo hanno sofferto ancor di più per quel gol del pareggio che non hanno potuto vedere. La Rai, infatti, ha oscurato il tiro in porta di Cassano al 15' per mandare in onda uno dei consueti minibreak pubblitari inseriti all’interno delle partite. Al 60' del match valido per le qualificazioni ad Euro 2012, prima di un calcio d’angolo, contemporaneamente alla sostituzione di Quagliarella per Pepe, il telecronista di Rai1 ha chiamato la pubblicità. Al termine dello spot l’Italia aveva appena segnato. Unico rimedio, non da poco, i replay. Poi il sorpasso degli Azzurri, ha placato gli animi quattro minuti dopo: ancora angolo di Pirlo, assist di tacco di Cassano e Bonucci mette dentro. L’Italia rimonta, vince 2-1 nella ripresa e conquista i primi tre punti nella corsa agli Europei.

Le scuse - Il direttore di Rai Sport, Eugenio De Paoli, sentitosi questa mattina con il direttore generale Mauro Masi, chiede scusa ai telespettatori per l’errore accaduto ieri e si impegna affinché episodi del genere non si ripetano.  Stallone, insomma, ha portato fortuna agli azzurri e l’Italia ha fatto gol".

D'altra parte Massimo Ferrero, presidente di Ellemme Group che coproduce il film 'Expendables', sdrammatizza: Sylvester Stallone, protagonista dello spot, ha portato fortuna all’Italia, "ha avuto influssi positivi su una Nazionale fino a quel momento zoppicante, facendola tornare la squadra efficiente e vincente dei tempi dei campioni del mondo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • FRARO

    05 Settembre 2010 - 10:10

    Questo è solo uno degli aspetti dell'assoluto menefreghismo dei dirigenti RAI verso gli abbonati "coatti": trasmissioni infarcite di stupida pubblicità, programmi penosi, giornalisti sgrammaticati e chi più ne ha più ne metta; tanto i soldi del canone li prendono lo stesso, ed allora perchè sforzarsi di fare qualcosa di buono? Come cambierebbero le cose se anche per vedere la televisione di Stato ci fossero decoder con tessere a pagamento....., allora sì che dovrebbero spremersi le meningi per fare qualcosa di più intelligente! Che schifo la dittatura RAI.

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    04 Settembre 2010 - 17:05

    alla faccia di chi paga il canone e continua ad avere in cambio il più indecente dei servizi a cominciare dalle facce sempre cariche di odio dei super giornalisti (super solo perchè super pagati con le nostre tasche) ai più elementari servizi quali quelli sportivi. Dopo la fuga della rai dal sistema sky , noi , malcapitati spettatori, dobbiamo prima fare i conti con il maledetto digitale terrestre che funziona un vero e proprio schifo tanto da costringere tanti italiani a sobbarcarsi un ulteriore onere con il tvsat, poi con i melensi e sdolcinati commenti dei cosidetti opinion mens ai quali prima di tutto andrebbe insegnato l'uso dei verbi ed infine sono arrivati anche le stupidate degli spot fuori tempo. Bene , viva la rai!

    Report

    Rispondi

blog