Cerca

Alonso conquista Monza e riapre il Mondiale

Lo spagnolo, sfruttando il ritiro di Hamilton e il sesto posto di Webber, torna in corsa per il titolo

Alonso conquista Monza e riapre il Mondiale

Chissà se andrà a finire come nella stagione 2003, quando Michael Schumacher e la Ferrari trovarono nel GP di Monza una vittoria che respinsero l’attacco di Montoya spianando così la strada per un finale di stagione trionfale.
Certo la situazione attuale per il Cavallino Rampante è ben più difficile di quella volta, ma è certo che il successo, pardon, trionfo ottenuto ieri sul tracciato italiano ha messo le ali alle speranze e alle motivazioni della casa di Maranello.
Grazie alla vittoria, infatti, Fernando Alonso ha sfruttato al meglio la giornata storta di Mark Webber (solo sesto) e, soprattutto, di Lewis Hamilton, ritiratosi già nel corso del primo giro per la rottura della sospensione anteriore dopo uno scontro di gara con Massa.
Insomma ora la classifica piloti dice che Alonso è terzo, con 21 punti di ritardo rispetto a Mark Webber, tornato ai vertici della graduatoria. Certo un divario importante a cinque prove dal termine (Singapore, poi, dovrebbe sorridere alle Red Bull), tuttavia a Monza si è rivista la Ferrari che ci ricordavamo.
Se gli unici nei sono stati la partenza di Alonso, immediatamente scavalcato da Button e il cambio gomme di Massa (il quale avrebbe anche potuto insediare la seconda posizione dell’inglese), la scuderia si è mossa con l’autorità, la sicurezza e la perfezione che le era propria solo qualche anno fa: lo si è potuto vedere nelle fasi salienti della gara, con Alonso che ha gestito alla perfezione l’usura delle gomme morbide pur stando nella scia di Button, con il muretto che ha deciso al meglio la strategia (facendo rientrare lo spagnolo un giro dopo il rivale) e con i meccanici che hanno sostituito gli pneumatici in meno di 4”. Insomma un miracolo rosso che è valso il sorpasso su Button e la conquista del primo posto.

Futuro – Certo in questa stagione ci siamo abituati troppe volte a esaltarci per poi essere inesorabilmente delusi dopo una sola prova. Tuttavia, se lo sport è emozione, almeno la sempre noiosa F1 di quest’anno regala suspance per la serrata lotta per il titolo. A tal proposito, il 26 in notturna c’è il GP di Singapore. Se la Red Bull è favorita, la Ferrari porterà in Asia nuove evoluzioni tecniche per migliorare soprattutto il rendimento dell’auto quando il carico aerodinamico è alto. A Maranello iniziano già a incrociare le dita.

Ordine d’arrivo Monza
1. Fernando Alonso (Ferrari);
2. Jenson Button (McLaren) a 3”;
3. Felipe Massa (Ferrari) a 4”;
4. Sebastian Vettel (Red Bull) a 28”;
5. Nico Rosberg (Mercedes) a 30”;
6. Mark Webber (Renault) a 31”;
7. Nico Hulkenberg (Williams-Cosworth) a 33”;
8. Robert Kubica (Renault) a 34”;
9. Michael Schumacher (Mercedes) a 45”;
10. Rubens Barrichello (Williams-Cosworth) a 64”.

Classifica piloti
1. Mark Webber (Red Bull) 187;
2. Lewis Hamilton (McLaren-Mercedes) 182;
3. Fernando Alonso (Ferrari) 166;
4. Jenson Button (McLaren-Mercedes) 165;
5. Sebastian Vettel Red Bull) 163.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog