Cerca

Europa league, italiane: che flop

Il Palermo ne prende 3 ed quasi fuori, così come il Napoli ad Anfield. Samp e Juve due 0-0 deludenti

Europa league, italiane: che flop
Il calcio italiano esce da questa settimane di coppe europee con le ossa rotte. Soprattutto la serata di Europa League è stata a dir poco sconcertante. Se, per quanto riguarda la Champions, ci sono buone possibilità che tutte e tre le italiane approdino agli ottavi, nella ex Coppa Uefa, le nostre squadre stanno, un turno dopo l'altro, inanellando una serie di figuracce inaudite. Quello che non si capisce, e che i vari presidenti, allenatori di Sampdoria, Palermo, Napoli (escludendo la Juve che non ha proprio più giocatori) ci dovrebbero spiegare, il motivo per cui nella stagione o stagioni precedenti si "scannano" per aggiudicarsi un posto valido per le competizioni europee, e l'anno seguente invece di onorare, quantomeno lo sforzo profuso, mettono in campo delle formazioni lontane anni luce da quelle proposte in campionato, che trovano grandi difficoltà con squadre di medio livello del campionato ucraino, polacco, bulgaro ecc.

Esempio lampante - Per non andare troppo indietro nel tempo (ce ne sarebbero mille da fare), è il Palermo di ieri sera. Dopo una brutta sconfitta, nell'ultimo turno giocato davanti al proprio pubblico, disputava una partita quasi decisiva per il passaggio del turno, in casa del Cska Mosca. Bene, il Palermo si è prsentato con una formazione stile "facciamoci una scampagnata". Naturalmente non c'era quasi nessun titolare, Ilicic, uomo in più nelle ultime giornate, lasciato a casa con Pastore, che questa volta ha saltato per squalifica. Inoltre in panchina c'erano i vari: Sirigu, Munoz, Cassani, Balzaretti e Pinilla, tutti titolari in una normale partita di Serie A. Così ha perso nettamente, 3-1 ed ora è praticamente fuori (ha 4 punti dalla seconda nel girone). Quindi, non ci dobbiamo lamentare, se perderemo (è praticamente certo) un posto nella Champions 2012/2013 a favore dei tedeschi, perchè è tutta colpa nostra. Infatti, è grazie all'andamento delle nostre squadre in Europa League che andiamo incontro a questo triste risultato. Le italiane in Champions, bene o male, raggiungono sempre buoni risultati. Pensate che nel 2007, campione d'europa fu il Milan di Ancellotti e l'anno scorso, 2010, l'Inter di Mourinho, le tedesche non riescono ad alzarla dal 2001, vi ricordate il Bayern a San Siro ai rigori contro il Valencia?
 





































Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog