Cerca

Il Diavolo balza al comando, Inter e Juve rallentano

I rossoneri battono il Palermo 3-1. L'Inter alle prese con una prova deludente al "Via del mare" di Lecce. La Lazio perde il primato della classfica

Il Diavolo balza al comando, Inter e Juve rallentano

Il Milan conquista la vetta della classifica di serie A dopo l'undicesima giornata. I rossoneri superano soffrendo in casa il Palermo (furioso per alcune decisioni arbitrali) e approfittano del ko della Lazio a Cesena. Al terzo posto si issa solitario il Napoli, che in extremis sbanca Cagliari.

Delusione per Juve e Inter, che non vanno oltre l'1-1 con Brescia e Lecce. Esulta la Roma, totalmente rinata: piegata la Fiorentina all'Olimpico. Ottimo esordio per il Genoa di Ballardini che si impone di misura in casa sul Bologna.

Brescia-Juventus 1-1
Primo tempo equilibrato e divertente al Rigamonti. Verso la mezz’ora le Rondinelle accelerano e accarezzano il vantaggio con Caracciolo, i bianconeri si adeguano e rispondono pochi minuti dopo con Quagliarella, che trova l’opposizione di Arcari. I torinesi appaiono comunque un po’ bloccati e mettono paura solo con i calci piazzati di Del Piero, mentre i padroni di casa nel finale di tempo colpiscono una traversa con Eder. Zebina al 60’ manca di un soffio il gol dell’ex mettendo di testa tra le braccia di Storari. Botta e risposta a venti minuti dal termine: prima Quagliarella porta in vantaggio la Vecchia Signora con un piatto da pochi metri, due minuti dopo i lombardi riacciuffano il pari con Diamanti.

Cagliari-Napoli 0-1
Napoli vivace e pericoloso in più occasioni nel primo tempo a fronte di un Cagliari un po’ abulico. Gli azzurri però mancano di concretezza sotto rete con Lavezzi e Gargano e i primi 45 minuti si concludono con un nulla di fatto. Il secondo tempo è meno spettacolare, ma nel finale Lavezzi con uno strepitoso contropiede firma l’1-0 che vale il terzo posto in classifica.

Catania-Udinese 1-0
Primo tempo scarno di emozioni, le squadre si difendono con ordine e pensano poco ad offendere. La maggior determinazione del Catania nella ripresa premia gli etnei: al 60’ Maxi Lopez torna al sospirato gol dopo un digiuno di quasi un mese e fa esultare gli spalti rossazzurri. La partita si innervosisce, espulsi Ledesma e Guidolin, ma il risultato non cambia più.

Cesena-Lazio 1-0
Padroni di casa meglio della capolista in avvio. Parolo mette i brividi a Muslera nei primi minuti di gioco, il ritmo è molto alto. Gli uomini di Reja con il passare dei minuti prendono lentamente le misure e cominciano a ruminare calcio: al 37’ Foggia colpisce la traversa. Nella ripresa il Cesena riprende coraggio e all’84’ affonda la capolista con Parolo.

Chievo-Bari 0-0
Partita contratta tra due squadre in cerca di riscatto. Poche emozioni nel primo tempo, pochissime nella ripresa: lo 0-0 è il risultato più giusto.

Genoa-Bologna 1-0
Al Ferraris il nuovo Genoa di Ballardini la fa da padrone ma non riesce a passare nonostante i numerosi tiri in porta, ben controllati da Viviano. Ad inizio ripresa la traversa di Veloso sembra caricare il Grifone, che all’81’ trova il sospirato vantaggio con un bolide di Milanetto. Il centrocampista rossoblu regala a Ballardini la vittoria all’esordio sulla panchina dei liguri.

Lecce -Inter 1-1
Lecce senza timori in avvio, nerazzurri più sornioni. La prima palla gol è dell’Inter, Pandev si vede respingere la sua conclusione da un gran Rosati. I giallorossi non sono da meno: l’occasione migliore capita al 37’ sui piedi di Rispoli, che colpisce male e manda alto. Rosati salva su Eto’o ad inizio ripresa, Milito colpisce il palo con un destro a giro, anche Stankovic: Beneamata all’arrembaggio nella ripresa. Alla mezz’ora Milito torna al gol insaccando di destro un assist di Eto’o, ma la gioia di Benitez dura solo due minuti: il tempo che ci mette la squadra di Iachini a trovare la parità con Olivera, che, colpevolmente lasciato solo dalla difesa meneghina, schiaccia in rete da pochi passi un corner di Di Michele. Inutile l’assalto finale dell’Inter, che rimedia solo un punticino al Via del Mare.

Milan-Palermo 3-1
Pallino del gioco ai rossoneri in avvio, ma i rosanero sono più ficcanti in contropiede. Pastore prende un brutto colpo al 18’, stringe i denti e resta in campo, ma la manovra siciliana ne risente. Al 20’ Pato fa esultare il Meazza segnando di testa indisturbato nell’area di rigore ospite. Ripresa, il Palermo reclama un calcio di rigore per un evidente fallo di mano di Boateng su punizione di Miccoli, l’arbitro lascia correre tra la disperazione di Delio Rossi. Il Milan si specchia troppo in campo ed è a più riprese fischiato dai tifosi nonostante il vantaggio: e puntualmente il Diavolo viene punito. Al 63’ da Bacinovic con un destro da fuori area sorprende Abbiati. I rossoneri provano a reagire, ma dopo pochi minuti devono fare i conti con una nuova tegola: l’ennesimo infortunio di Pato, fuori per Inzaghi. Poi capitan Ambrosini dà la sveglia agli uomini di Allegri, guadagnandosi un rigore per un contatto con Sirigu (furiose le proteste dei siciliani che reclamano per un fallo di mano del centrocampista rossonero): Ibra dal dischetto realizza il 2-1 e a otto minuti dal termine serve a Robinho un comodo assist per il 3-1.

Roma-Fiorentina 3-2
Nella prima frazione di gioco i giallorossi mantengono un’iniziativa sterile, la Fiorentina va a lampi (Marchionni al 22’ impegna a terra Julio Sergio, al 27’ Burdisso salva su Gilardino). Nel finale di tempo il finora oggetto misterioso Simplicio firma l’1-0 approfittando di un tiro sporco di Riise. In avvio di ripresa arriva immediatamente il raddoppio con Borriello, che appoggia in rete un suggerimento di un ispiratissimo Menez. I gigliati sono tutt’altro che domati e al 69’ dimezzano le distanze con Gilardino, poi Perrotta realizza il tris a dieci minuti dalla fine. I toscani non muoiono mai e nel finale si rifanno sotto con D’Agostino, ma è troppo tardi.



I risultati dell'undicesima giornata

Brescia-Juventus 1-1
71’ Quagliarella (J), 73’ Diamanti (J)
Cagliari-Napoli 0-1
94’ Lavezzi (N)
Catania-Udinese 1-0
60’ Maxi Lopez (C)
Cesena-Lazio 1-0
85’ Parolo (C)
Chievo-Bari 0-0
Genoa-Bologna 1-0
80’ Milanetto (G)
Lecce-Inter 1-1
75’ Milito (I), 78’ Olivera (L)
Milan-Palermo 3-1
20' Pato (M), 63’ Bacinovic (P), 77’ rig. Ibrahimovic (M), 83’ Robinho (M)
Roma-Fiorentina 3-2
45' Simplicio (R), 51’ Borriello (R), 69’ Gilardino (F), 77’ Perrotta (R), 89’ D’Agostino (F)

Classifica:
Milan 23
Lazio 22
Napoli 21
Inter 20
Juventus 19
Roma 18
Chievo 15
Sampdoria 15
Catania 14
Genoa 14
Palermo 14
Udinese 14
Fiorentina 12
Lecce 12
Bologna 11
Brescia 11
Cagliari 11
Cesena 11
Bari 9
Parma 8
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog