Cerca

Formula 1, un poker per il Mondiale

Ad Abu Dhabi l'ultima pole è di Vettel, che insieme ad Alonso, Webber ed Hamilton si gioca il titolo. Gara dalle ore 14

Formula 1, un poker per il Mondiale
E' di Sebastian Vettel l'ultima pole di stagione. Il tedesco della Red Bull dominerà la griglia di partenza di Abu Dhabi grazie al suo tempo di 1'39'394, superando di quasi quattro centesimi la McLaren di Lewis Hamilton e di quattro decimi la Ferrari di Fernando Alonso (il trio di testa nella foto). Lo spagnolo della Rossa ha preceduto nell'ultimo giro utile la McLaren di Jenson Button e l'altra Red Bull di Mark Webber. L'altra Ferrari, quella di Felipe Massa, scatterà in terza fila. Ma le prime sei autovetture sono condensate in meno di un secondo, segno del grande equilibrio che c'è sulla pista di Abu Dhabi.
Tra le prime sei, inoltre, ci sono tutti e quattro i piloti che si contendono il Titolo e che, per la matematica, possono ancora aggiudicarsi il Mondiale. Fernando Alonso guida attualmente la classifica con 8 punti di vantaggio sull'australiano Webber, 15 su Vettel e 24 su Hamilton. Con i 25 punti in palio per il vincitore di gara, anche l'inglese può laurearsi Campione del Mondo, anche se le sue speranze sono ridotte al minimo. L'avversario più temibile per Alonso, dunque, sul circuito di Yas Marina così come in tutta la stagione, sarà Mark Webber.

"Adesso dobbiamo fare un’altra giornata a questo livello e allora ci avvicineremo al nostro obiettivo - ha detto Alonso - è stata una qualifica importante ma non decisiva perchè la gara è domani. Sapevamo che ci attendeva un weekend difficile, con una Red Bull come sempre fortissima ed una McLaren a livelli molto alti: essere al terzo posto e non avere sia Vettel che Webber davanti è positivo".
Il tedesco in pole, invece, ha così commentato la sua decima pole della stagione: "E' stata dura ma partiamo dalla pole, è la posizione migliore".

Insomma, le premesse per una gara eccezionale ci sono tutte. I 55 giri di Yas Marina saranno seguiti col fiato sospeso da centinaia di persone in tutto il mondo in tv, e decine saranno i maxischermi piazzati qua e là in Italia e nei Paesi d'origine dei quattro candidati. Non possiamo fare altro che aspettare le 14 di domenica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pincruise

    14 Novembre 2010 - 19:07

    Grande ferrari e grande pilota... la colpa della disfatta è solo del presidente Montezemolo. Quando un presidente fallisce nei programmi va a casa... questo è ciò che è giusto che faccia al più presto

    Report

    Rispondi

blog