Cerca

Seria A, il Milan è campione d'inverno Inter, buona la prima di Leonardo

A Cagliari assist di Cassano e gol di Strasser. Nerazzurri 3-1 al Napoli. La Roma sale, Juve travolta 1-4 dal Parma

Seria A, il Milan è campione d'inverno Inter, buona la prima di Leonardo
Bastano 10' a Cassano per diventare decisivo e far vincere il Milan, che così si laurea campione d'inverno con una giornata d'anticipo sulla fina del girone d'andata. A Cagliari, nel 18° turno di Serie A, i rossoneri dell'ex Allegri, senza Ibra, non ingranano (Robinho e Pato sprecano). Alla mezz'ora della ripresa entra Fantantonio, al debutto ufficiale col Diavolo, e cambia tutto. E0 il 40' e l'ex doriano riceve palla al limite e la serve in profondità al giovane Strasser, conclusione precisa ed è 1-0 Milan, ora a +5 sulla Lazio seconda (0-0 in casa del Genoa). Dietro, ottimo debutto per Leonardo sulla panchina dell'Interi: 3-1 al Napoli, con doppietta di Thiago Matto e rete di Cambiasso dopo il momentaneo pari di Pazienza. Sale la Roma (4-2 al Catania all'Olimpico, con doppiette di Borriello e Vucinic a rimontare il provvisorio vantaggio di Silvestre e Maxi Lopez). Il Palermo travolge 3-0 la Samp (Migliaccio, Miccoli e Maccarone) mentre l'Udinese supera agevolmente il Chievo 2-0 (Sanchez e Di Natale) sbagliando un rigore e rimanendo pure in 10 per un'ora.

TEGOLE BIANCONERE - Crolla la Juventus, che nell'anticipo di mezzogiorno si fa battere 4-1 a Torino dal Parma. Ducali  a segno al 41' con Giovinco (ex al veleno) che raddoppia al 48'. La Juventus, in 10 dal 17' per l’espulsione di Felipe Melo (ennesima follia, questa volta un calcio in faccia a Paci), accorcia al 59' con un colpo di testa di Legrottaglie. Ma il Parma reagisce subito:  al 61' rigore trasformato da Hernan Crespo (fallo netto di Chiellini), al  92' chiude un altro ex, Raffaele Palladino.  Per i bianconeri un'altra brutta tegola: sulllo 0-0  si è infortunato Fabio Quagliarella. Dopo una botta al ginocchio, è uscito dal campo in lacrime e sdraiato sulla barella. In classifica i bianconeri restano a 31 punti, gli emiliani salgono a 22.

IN CODA - Due gli scontri diretti in coda. A Brescia, il Cesena vince 2-1 grazie a Jimenez e Ceccarelli (accorcia nella ripresa il brasiliano Eder), mentre nel derby pugliese è il Bari a vincere in trasferta 1-0 a Lecce: decide al 33' del secondo tempo Okaka, appena arrivato dalla Roma. Nell'altro derby di giornata, quello dell'Appennino, finisce 1-1 tra Bologna e Fiorentina: a Di Vaio risponde Santana.

SERIE A, 18° turno
Juventus-Parma 1-4 (15' st Legrottaglie; 41' pt, 3' st Giovinco, 17' st rig. Crespo, 47' st Palladino)
Bologna-Fiorentina 1-1 (5' pt Di Vaio; 22' st Santana)
Brescia-Cesena 1-2 (33' pt Jimenez, 41' pt Ceccarelli; 5' st Eder)
Cagliari-Milan 0-1 (40' st Strasser)
Genoa-Lazio 0-0
Lecce-Bari 0-1 (33' st Okaka)
Palermo-Sampdoria 3-0 (37' pt Miccoli, 5' st Migliaccio, 34' st Maccarone)
Roma-Catania 4-2 (5' pt, 2' st Borriello, 41' st, 49' st Vucinic; 29' pt Silvestre, 38' pt Maxi Lopez)
Udinese-Chievo 2-0 (14' pt Sanchez, 25' st Di Natale)
Inter-Napoli 3-1 (3' pt, 10' st Thiago Motta, 37' pt Cambiasso; 23' pt Pazienza)

CLASSIFICA
Milan 39
Lazio 34
Napoli 33
Roma 32
Juventus 31
Palermo 30
Udinese 26
Inter 26**
Sampdoria 23*
Genoa 22*
Parma 22
Chievo 21
Catania 21
Cagliari 20
Fiorentina 20*
Bologna 18
Cesena 18*
Brescia 15
Lecce 15
Bari 14

* una partita in meno
** due partite in meno
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    07 Gennaio 2011 - 17:05

    Dopo l' Epifania con il Parma, si è tornati ai tempi più cupi degli ultimi anni. Il presumibile lungo infortunio di Quaglirella, dopo tre minuti di gioco, non può rilassare una Juve, altrimenti...tutti a casa !! Per il mercato, ormai caldo, leggo di nomi da brivido (per una provinciale di B...e poi si ha il coraggio di parlare di Bale ?). Con Toni dove si crede di andare ? Un altro Amauri (da mantenere) ? Quanto ai nervi delicati dimostrati dal F. Melo (reo soprattuttodi interviste traditrici di promesse non mantenute)...si è "schifato" invece un Cassano che, altrettanto "a rischio nervi"...almeno sarebbe arrivato "quasi regalato"...al contrario di Melo, pagato profumatamente. Dopo Parma, poi, verrebbe spontanea una riflessione...ma siamo sicuri che i vari Giovinco, Palladino ed altri...fossero quelli da "dar via" ? Dopo Chievo e Parma, anche Del Neri comincio a vederlo "un pò compromesso", in un destino alla Ranieri e Ferrara. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • lorisvioni

    07 Gennaio 2011 - 17:05

    Bravo Cassano, bravo Strasser. Però io, pur essendo milanista dalle coronarie salde, subito dopo sono andato ad accendere un cero alla Madonnina.

    Report

    Rispondi

  • marietta20

    07 Gennaio 2011 - 16:04

    Ammutinamento (vergognoso) della squadra contro Benitez. Leonardo: non serve prendersela più di tanto. Ascoltandolo, ieri sera, nel post partita mi è sembrato di risentire la stessa tiritera di quando era al Milan. Ho capito però,CHIARAMENTE, che la persona che tutti noi credevamo che fosse era, semplicemente,la persona che NOI volevamo vedere. Il Presidente ha visto più in là di tanti noi. Dopo averlo sentito, ieri sera,l'aggettivo appropriato a questo piccolo uomo è: SUBDOLO ossia persona che con scopo non dichiarato, nascosto ad altri,astutamente falso e ingannevole,insidioso,ambiguo,equivoco,falso,ipocrita,sleale,untuoso e disonesto vuole arrivare,inseguendo i propri interessi, allo scopo prefissato, il contrario di quello che tutti noi credevamo cioè una persona sincera, vera e leale. Carolina

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    06 Gennaio 2011 - 22:10

    Ma Del Neri dopo Chievo..."ora bisognerà vincerle tutte" ?? ...E mi sostituisce Del Piero, chiaramente uscito molto contrariato, per vedere entrare un Amauri decisamente imbarazzante...diventato ridicolmente una macchietta a clichè fisso :...con spalle alla porta...arrivano per lui le palle aeree che, in sopraelevazione, puntualmente le perde...tutte. Con un Melo "colpito" da maledetta folgorazione "ricade" e rimangia le sue ultime inteviste (...questi giocatori quando entrano in campo, dovrebbero, però, ricordare più spesso ...al loro Conto in banca !!). Per Del Neri e Tifoseria tutta...una prospettiva dolorosa...senza Quaglia e con le avversarie che pur in difficoltà...fanno risultato. Questa brutta sconfitta, può avere un solo aspetto positivo...non c'è tempo da perdere...un MERCATO centrato bene ed in bocca al lupo !! Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

blog