Cerca

Serie A, il Milan frena. Napoli e Inter volano

A San Siro pazzo 4-4 tra diavolo e Udinese. Super Cavani stende la Juve: 3-0. Doppio Cambiasso, Catania ko. Perdono Roma e Lazio

Serie A, il Milan frena. Napoli e Inter volano
Una tripletta di Edinson Cavani, novello capocannoniere con 13 reti, stende la Juventus e spedisce il Napoli dritto al secondo posto solitario, a -4 dal Milan. Nel posticipo del San Paolo gli azzurri di Mazzarri si divertono e puniscono gli uomini di Del Neri, alla seconda batosta di fila dopo l'1-4 interno di giovedì col Parma. Il 19° turno di Serie A è anche la domenica delle rimonte. Di grinta quella il 2-1 dell'Inter, che a Catania gioca male per un'ora e va sotto al 26' della ripresa per merito di Gomez. Poi Cambiasso esalta mister Leonardo (due vittorie su due) con una doppietta al 29' e al 34'. I nerazzurri, con due gare da recuperare, sono così a -11 dalla vetta, visto che il Milan delude e non va oltre il pareggio contro l'Udinese. Ma è un pari assurdo, quello di San Siro: finisce 4-4, con i friulani avanti 3-1 al 21' del secondo tempo (doppietta del capocannoniere Di Natale e zuccata di Sanchez, dopo il pari momentaneo di Pato). La squadra di Allegri, in emergenza per indisponibili vari, reagisce a trova il 3-3 con un'autorete scellerata di Benatia e un guizzo ancora di Pato. Nel finale, l'impossibile: al 44' il neo-entrato Denis fa 4-3 prima del gol in mischia al 48' del solito sant'Ibrahimovic.
Fa peggio la Lazio, che all'Olimpico si fa sorprendere dal Lecce 1-2: dopo l'autogol di Muslera e  il guizzo di Mauri, decide Grossmuller. Male anche la Roma 'tradita' da Juan. A Genova cade 2-1 contro la Sampdoria nell'anticipo di mezzogiorno. I giallorossi giocano un buon primo tempo e passano al 17' con Vuicinic (azione solitaria in contropiede). Nella ripresa, le papere del difensore brasiliano: al 13' un suo retropassaggio avventato apre a Palombo la via verso la rete, il doriano punta Julio Sergio che lo stende. Espulsione del portiere e rigore trasformato da Pozzi. Al 39' altro erroraccio e l'ex Guberti, sottomisura, segna la rete decisiva. Nel finale espulsi tra i padroni di casa Lucchini e Gastaldello.
La Fiorentina, sotto 0-2 in casa contro il Brescia (Diamanti e Cordova), si becca i fischi e la contestazione dei propri tifosi prima di risorgere nell'ultimo quarto d'ora: Gilardino, Santana e un super Ljajic mandano al settimo cielo il Franchi. Doppio Acquafresca fa secco il Parma al Tardini (non basta Giovinco) e regala tre punti al Cagliari, mentre il Bologna non si ferma: 2-0 a Bari grazie a Ekdal e Di Vaio.  Pareggi senza gol tra Cesena e Genoa e Chievo e Palermo. Stasera alle 20.45 il big match al San Paolo Napoli-Juventus.

Serie A, 19° turno
Sampdoria-Roma 2-1 (13' st rig. Pozzi, 39' st Guberti; 17' pt Vucinic)
Bari-Bologna 0-2 (38' pt Ekdal, 24' st Di Vaio)
Catania-Inter 1-2 (26' st Gomez; 29' st, 34' st Cambiasso)
Cesena-Genoa 0-0
Chievo-Palermo 0-0
Fiorentina-Brescia 3-2 (27' st Gilardino, 42' st Santana, 48' st Ljajic; 3o' pt Diamanti, 48' pt Cordova)
Lazio-Lecce 1-2 (2' st Mauri; 39' pt aut. Muslera, 27' st Grossmuller)
Milan-Udinese 4-4 (44' pt, 37' st Pato, 33' st aut. Benatia, 48' st Ibrahimovic; 35' pt, 21' st Di Natale, 8' st Sanchez, 44' st Denis)
Parma-Cagliari 1-2 (9' st Giovinco; 22' pt, 31' st Acquafresca)
Napoli-Juventus 3-0 (20' pt, 26' pt, 9' st Cavani)

Classifica
Milan 40
Napoli 36
Lazio 34
Roma 32
Juventus 31
Palermo 31
Inter 29**
Udinese 27
Sampdoria 26*
Bologna 24
Fiorentina 23*
Genoa 23*
Cagliari 23
Parma 22
Chievo 22
Catania 21
Cesena 19*
Lecce 18
Brescia 15
Bari 14

* Una partita in meno
**Due partite in meno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    10 Gennaio 2011 - 17:05

    Chievo, Parma e Napoli e la vergogna diventa irreversibile...manca il carattere di chi è attaccato alla maglia...anche i Krasic, Aquilani vengono assorbiti nell'anonimato. Su Del Neri e Marotta aumentano sempre più le perplessità. Due note : Toni, lo avrei dato per più "spaesato" e purtroppo temo che si piangerà sul "latte Quaglia"...tanto per non fare le vittime. Con gli abbonati "il pacco" è stato servito da tempo...ma con i posti rimanenti (si regaleranno biglietti) ? Per il popolo juventino un "lutto" infinito e la mia anzianità non mi permette di aspettare nuovi e lontani albori. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    10 Gennaio 2011 - 17:05

    Anche se non è più tempo di uva...ormai alla Juve i goals li regalano "a grappoli". Mettiamola a ridere :..ma per far comprare qualche buon giocatore è il caso di dimostrare di essere allo sbando, con figure insopportabili, si accordavano prima con la Società...evitando a noi tifosi di doverci vergognare di questo modo di stare in campo !! Qualcuno ha creato i "bamboccioni"...beh, aggiungiamoci anche un pò di operato degli arbitri e la frittata è servita (con la differenza che questi bamboccioni hanno conti bancari molto invidiabili). Qui manca completamente un programma logico ed organico...sento parlare di 4-4-2...in campo sembrerebbe tutt'altro...grandi pasticci e basta. Questa volta "la croce" più pesante la diamo a Grygera (che gioca saltuariamente) ? (segue) Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • Dobby72

    10 Gennaio 2011 - 05:05

    Anche stasera abbiamo fatto vedere il nosto spessore,abbiamo fatto ridere,ed ora vediamo come la società giustifica le comiche di questa sera,bisogna comperare campioni,calciatori validi,o farsi da parte e vendere la società a chi investe davvero. Questa sera è stata una vergogna,l'anno scorso con gli stessi punti,abbiamo fatto saltare l'allenatore,quest'anno a sentire la presidenza tutto va bene!!!!!! E' ora di togliersi le bende dagli occhi!

    Report

    Rispondi

  • Dobby72

    09 Gennaio 2011 - 23:11

    Ci vogliono i soldi per prendere campioni e la dirigenza non ne sta mettendo,per quanto riguarda i giovani,hanno da pochi mesi rifondato l'organigramma di supervisori per il sud america,ma anche li,quelli di valore vero se li fanno pagare bene.L'Italia non è più l'impero economico di una decina di anni fa e il mercato è comandato dalle 2 spagnole e dalle inglesi. La juve,al contrario di Milan ed Inter,ora è una s.p.a,devono obbligatoriamente far quadrare i conti,uscite con entrate,mentre i presidenti di Milan ed Inter possono ancora fare quello che vogliono.Il progetto Juve,stadio compreso,dovrebbe essere più a lungo termine,ma semmai dovessimo entrare in Champions,con questa squadra....non andiamo di certo lontano.Bisogna davvero investire,rifondare,non chiacchiere o prendere giocatori a fine carriera che non corrono più.Col calcio veloce di oggi,e buoni giovani,gli avversari ci mangiano!Al giorno d'oggi,abbiamo quasi la stessa media punti dell'anno precedente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog