Cerca

Telenovela Beckham: a Dubai

scortato dagli 007

Telenovela Beckham: a Dubai
Non è ancora sceso in campo, ma oramai di lui si parla come se fosse davvero una pedina fondamentale del Milan. E come se non bastasse, dall’Inghilterra fanno sapere che sarà guardato a vista 24 ore su 24 durante la trasferta rossonera a Dubai. In più c’è Silvio Berlusconi che ha svestito i panni del presidente del Consiglio per indossare quelli di tifoso, raccontando le sue sensazioni sull’acquisto del giocatore.
Intervistato dal Giornale, Berlusconi ha parlato di un “regalo da parte di Galliani”. E ha tracciato la sua formazione ideale: “Già immagino un centrocampo con Beckham sul centro-destra, Pirlo al centro, e Seedorf sul centro-sinistra: subiremo qualche gol ma ne possiamo fare altrettanti. Il punto semmai è che rimarrà con noi poco meno di tre mesi”. Ovviamente l’attacco è già chiaro: “Pato centrale, Ronaldinho mezza punta a sinistra, Kakà mezza punta a destra. Un trio formidabile”. Parole anche per Gattuso e Nesta: “Rino è un vero guerriero e tornerà più forte di prima. Per Nesta le notizie non sono affatto incoraggianti e forse dobbiamo prepararci a fare a meno del suo contributo anche per i prossimi mesi. Chiederemo al nostro capitano Paolo Maldini un supplemento di abnegazione nell'attesa che si possa utilizzare a pieno regime l'ultimo rinforzo arrivato dal Brasile, Thiago Silva. Pregusto la gioia di vederlo all'opera: sarà un'altra perla della nostra preziosa collana brasiliana”.
Tornando all’oggetto del desiderio, il Daily Star ha sparato grosso: David Beckham sarà sorvegliato da agenti dei servizi di sicurezza inglesi, l’MI6 di James Bond, durante il suo soggiorno a Dubai dove da lunedì al 7 gennaio svolgerà il ritiro invernale con il Milan. Il giocatore inglese, stando al tabloid, sarà oggetto di un piano sicurezza, visto che è grande il timore di un attentato terroristico di matrice islamica nei suoi confronti. “E’ un grosso grattacapo - ha detto una fonte dei servizi segreti al giornale - Ci stiamo preparando come se si trattasse di una visita di stato. Le misure di sicurezza non potrebbero essere più alte”. Già, perché per Beckham non sono in programma solo sedute di allenamento, ma in agenda compaiono numerose apparizioni in pubblico prima di giocare il 6 gennaio l’amichevole con l’Amburgo: “Siamo abituati al fatto che delle stelle vadano a Dubai, ma stavolta di diverso ci saranno le apparizioni in pubblico, gli autografi e le sessioni di allenamento. I tifosi lo vorranno incontrare faccia a faccia e questo costituisce un diverso tipo di rischio rispetto a ciò che normalmente vediamo”. “Crediamo che i terroristi possano pianificare degli attacchi negli Emirati Arabi, attacchi che potrebbero essere indiscriminati e avvenire in ogni momento”, avverte la fonte. Forse, prima o poi, si comincerà a parlare di David per le sue prestazioni in campo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alessioPC

    29 Dicembre 2008 - 10:10

    E il Milan spende i suoi soldi a Dubai...liberissimi...ci mancherebbe...ma... L'Italia non andava bene?

    Report

    Rispondi

  • misspina

    29 Dicembre 2008 - 10:10

    abbiamo tanti problemi e, non possiamo preoccuparci di questo Beckham, non credo proprio che sia cosi importante. incominci a segnare qualche goal...con tutti il money che si becca. sinceramente mi disturba molto vederlo con questa cessa di moglie in tutti i telegiornali che p....

    Report

    Rispondi

blog