Cerca

Calciopoli, 500 testi per Moggi

C'è anche Silvio Berlusconi

Calciopoli, 500 testi per Moggi
Quattrocendonovantotto testimoni. E tra loro figura persino il premier Silvio Berlusconi. Tanti sono i nomi inseriti nella lista di possibili testimoni citati da Luciano Moggi e dal suo legale Paolo Trofino in vista del processo su 'Calciopoli' che prende il via il 20 gennaio al tribunale di Napoli. Secondo quanto riportato dal quotidiano 'Il Mattino', l'ex direttore generale della Juventus ha citato praticamente tutti i presidenti delle squadre di A dei campionati sotto la lente dei pm, ossia quelli 2004/05 e 2005/06, ma anche i vertici federali di allora. Lunga la lista anche dei pm Filippo Beatrice e Giuseppe Narducci, che hanno citato 108 testimoni: dal maggiore dei carabinieri Attilio Auricchio (l'ufficiale che ha condotto per due anni l'inchiesta sul mondo del calcio) fino ad allenatori come Carlo Ancelotti, Carlo Mazzone e Zdenek Zeman, oltre ad Adriano Galliani e Roberto Mancini. Il processo dovrà stabilire se esistesse davvero un «sistema» capace di garantire un cammino sportivo agevolato alla Juventus attraverso la corruzione di arbitri e guardalinee.
Ma Berlusconi replica immediatamente: "Non ne so nulla, ma non era finito il processo? Comunque non c'è stata nessuna intersecazione di strade fra me e Moggi e quindi non vedo in cosa potrei essergli utile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    15 Gennaio 2009 - 16:04

    Ricominciamo da capo : 1° grado di giudizio mediatico: Moggiopoli,..2° grado: Calciopoli,..3° grado: Farsopoli,...4° grado : ??????? Giusto ricordarsi dell'etica sportiva solo quando si pensa alla Juve (campione di "stile") ?? E applicare una pena di illecito sportivo "strutturato" e con applicazione retroattiva ?? A "Porta a Porta", stanotte, abbiamo sentito L.Moggi esporre (per l'ennesima volta) le sue "verità" (di fronte all'ascolto di due registrazioni difficili da controbattere...il Moggi la butta "a burletta", minimizzando e praticamente autoassolvendosi). In Studio, va detto, c'erano giornalisti validi ma un pò eterogenei che hanno dato anche l'impressione di non mettere troppo in imbarazzo "l'accusato" (ben sorretto da due ottimi Avvocati),magari tenutisi "leggeri" sulle novità che potranno scaturire dal prossimo processo e...merito darei soprattutto alle argomentazioni portate da Oliviero Beha. Rimarcando che,...col senno di poi, Moggi ha voluto aggiungere :"La Juve non ha difeso nè me, nè sè stessa, se tornassi indietro non mi dimetterei". Ma in questa strana e triste storia che ha toccato la Juve, le telecamere andrebbero tenute anche sulla Proprietà Elkann, il cui ruolo sembrerebbe quello di aver trattato "l'affaire" Juventus alla stregua di un giocattolo (anche se di lusso e anche se "attaccati" vi erano circa 13 milioni di tifosi !!),...in cui si va focalizzando sempre meglio l'ombra di un suicidio(castrante)...senza tante storie e che pensando che liberarsi di Moggi fosse il risultato più importante, quasi sottovalutando il futuro destino della Juventus...con quei successivi fantasmi all'interno del Gruppo di G. Rossi e (ventilato) Baldini, mai ben capiti. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    14 Gennaio 2009 - 13:01

    Bellissima mossa, direttore. Adesso tutto il mondo del calcio, dovrà presentarsi e dire o non dire, con tutte le conseguenze del caso. E chi non si presentasse, dovrà anche senza richiesta specifica ed esplicita, giustificare questo rifiuto. Grande stratega e mossa geniale che finalmente dovrà dipanare questa nebbiolina accusatoria che con il passare del tempo sembra affievolirsi e svanire.....come le PROVE che erano lampanti, e che dimostravano chiaramente che LEI e SOLO LEI, fosse il puparo di questa ignobile cupola che teneva il calcio italiano per le...... Naturalmente gli spioni autorizzati o meno, ancora godono dell'impunità e dell'immunità. Ma c'è tempo e speranza che i nodi, per chi ne ha, verranno al pettine. Bravo Luciano Moggi!

    Report

    Rispondi

blog