Cerca

Serie A, l'Inter "avverte" il Milan. Ma la Chivu-follia la inguaia

Nel posticipo vittoria a Bari 3-0. Il pugno del romeno da prova tv: 4 turni di stop, salterà Roma e Juve

Serie A, l'Inter "avverte" il Milan. Ma la Chivu-follia la inguaia
Non ci fosse Chivu, l'Inter avrebbe solo di che sorridere. Il 3-0 al Bari dimostra la buona salute degli uomini di Leonardo, ora terzi a -7 dal Milan ma con una partita (fuori casa contro la Fiorentina) da recuperare. Potenzialmente, un -4 dalla vetta che incorona i campioni in carica di tutto al ruolo, d'obbligo, di anti-Milan. E poi ci sono i gol dei 'nuovi' Kharja e Pazzini (tre centri in due gare) e quello del ritrovato Sneijder. Eppure, il posticipo del 23° turno di A lascia qualche strascico negativo: Chivu, appunto. Nel secondo tempo, il romeno rifilia al barese Rossi un pugno a palla lontana. I padroni di casa protestano, il San Nicola si scatena, ma l'arbitro non vede. Ha visto, invece, il giudice sportivo Tosel grazie alla prova tv: per Chivu quattro giornate di squalifica, per Leo altri guai in difesa che senza il lungodegente Samuel e l'acciaccato Lucio nei bigmatch contro Roma e Juventus vedrà probabilmente in campo il giapponese Nagatomo, ex Cesena. Nel frattempo, Chivu è scoppiato a piangere nel dopogara in diretta tv ("Mi vergogno per le mie figlie, sono un uomo di m...") e Rossi lo ha 'perdonato': "Accetto le sue scuse, capisco che, forse, durante la partita possono succedere questi blackout. Però, poteva essere un episodio a nostro favore, con la sua espulsione, con l'Inter in dieci, potevamo fare qualcosa in più".

IL MILAN SORRIDE - La giornata infrasettimanale è stata comunque positiva al Milan, frenato martedì dalla Lazio sullo 0-0. Nessuna delle inseguitrici, infatti, ne ha approfittato davvero. Cade il Napoli, molle e distratto a Verona: 2-0 per il Chievo, con prodezze di Moscardelli e Sardo. Gli azzurri rimangono secondi, ma a -5 da Ibra&Co. Non fa molto meglio la Roma, fermata sull'1-1 all'Olimpico da un ottimo Brescia, tornato nelle mani di Iachini: a Borriello risponde quasi subito Eder.

SIGNORA GIU' -  Il crollo vero però è quello della Juventus, al di là del ko 1-2 a Palermo. La squadra di Del Neri, alla seconda sconfitta di fila, soffre la maggiore qualità dei rosanero e le sviste dell'arbitro Morganti. Il tecnico bianconero a caldo ha sbottato: "Deve cambiare mestiere". Arbitro o no, è proprio Del Neri a rischiare, anche se per lui la gara è andata bene: "Sono soddisfatto per la prestazione, i tifosi ci devono applaudire". La Juva al momento rimarrebbe fuori addirittura dalla prossima Europa. E il -13 dal Milan fa malissimo. In coda, vittoria pesantissima del Lecce a Parma (col redivivo Chevanton, zuccata nel recupero), mentre soffrono sempre di più le genovesi. La Sampdoria intristita si fa battere dal Cagliari a Marassi (invenzione di Naingggolan), il Genoa paga un'altra mezza papera del disastroso portiere portoghese Eduardo: la Fiorentina ringrazia e passa 1-0 con Santana.

Serie A, 23° turno:
Milan-Lazio 0-0 martedì
Cesena-Catania 1-1 (31' pt Jimenez; 9' pt Maxi Lopez)
Chievo-Napoli 2-0 (20' pt Moscardelli, 6' st Sardo)
Fiorentina-Genoa 1-0 (40' pt Santana)
Palermo-Juventus 2-1 (7' pt Miccoli, 20' pt Migliaccio; 36' pt Marchisio)
Parma-Lecce 0-1 (47' st Chevanton)
Roma-Brescia 1-1 (13' st Borriello; 23' st Eder)
Sampdoria-Cagliari 0-1 (37' pt Nainggolan)
Udinese-Bologna 1-1 (32' st Domizzi; 19' st Di Vaio)
Bari-Inter 0-3 (25' st Kharja, 49' st Pazzini, 50' st Sneijder)

Classifica

Milan 48
Napoli 43
Lazio 41
Inter 41*
Roma 39*
Udinese 37
Palermo 37
Juventus 35
Cagliari 32
Chievo 30
Fiorentina 28*
Sampdoria 27 *
Genoa 27 *
Bologna 26***
Parma 25
Lecce 24
Catania 23
Cesena 21
Brescia 19
Bari 14

una partita in meno
*** 3 punti di penalizzazione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    03 Febbraio 2011 - 12:12

    Se queste auto non dovessero avervi accoglienza...beh, proprio ad essere perfidi le proporrei per la dotazione ("congrega" ?) degli arbitri...e se poi tutti i freni non fossero a posto...andrebbe bene lo stesso !! Infine manderei il passerotto di Del Piero ad "intercettare gli umori dello spogliatoio. Il "quarto posto" è già un miracolo,ma per Del Neri è anche possibile il "secondo" (solito raccomandato di Padre Pio). Insomma...il dolore ed...il motore...picchia forte in testa e non riesco a capacitarmi che una Società gloriosa...sia diventata una "barzelletta"...sentire dal Mister Rossi del Palermo che dopo l'amara sconfitta con l'Inter...abbia detto "meno male che alla prossima c'è la Juve". Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    03 Febbraio 2011 - 12:12

    Quando ragion non vale...per masochisti penitenti. Allora è "benzina" (o Benzema ?) o...manca un gioco...ed abbiamo già superato il giro di boa ? Ma Agnelli (no, non lo chiamo più Andrea, visto che ci teneva tanto)...che benzina usa ?...mica quella di Mora.ti ? Bisogna che qualcuno glielo dica che non è questione di benzina...ma di motore...sì quello marocchino ("catorcio" ?), nato a Marrakech...che si potrebbe aggiungere alle "sette macchine" di Del Piero..perchè possano tutte entrare in centro città..ah,a queste aggiungerei l'eventuale "macinino" del Mister (al quale raccomanderei di esternare di meno)...e tutte le porterei a far bella figura al Museo dell'Auto. (segue) Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • willfreeman

    02 Febbraio 2011 - 14:02

    Magari se lo chiamiamo Thiago Silva e non quell 'altro nome, é meglio!

    Report

    Rispondi

blog