Cerca

La Juventus di Matri stende l'Inter. Nerazzurri a -8 dalla vetta

Serie A, 25° turno. Un gol dell'ex centravanti del Cagliari decide il derby d'Italia. Milan, Lazio, Napoli: ok

La Juventus di Matri stende l'Inter. Nerazzurri a -8 dalla vetta
Nel posticipo della domenica la Juve del neo-acquisto Alessandro Matri mette al tappeto un Inter con poche idee e si rilancia con prepotenza in chiave Champions' League.  A decidere la partita è stato il terzo gol in maglia bianconoera di Matri, arrivato al 30' del primo tempo. Nella ripresa i nerazzurri giocano un calcio migliore rispetto ai primi 45 minuti, ma non riescono ad acciuffare il pareggio: pesa però come un macigno un incredibile errore a porta vuota di Samuel Eto'o, che sparacchia la più facile delle palle sulla traversa. L'Inter, così, in attesa del recupero di mercoledì contro la Fiorentina, rimane a 8 punti dai cugini del Milan.

OK LAZIO, GIU' PALERMO - Nella domenica pomeriggio della 25° giornata di serie A la Lazio continua la sua corsa, imponendosi per 2 reti a 0 fuori casa contro il Brescia. Continua a galoppare anche l'Udinese che trascinata dal solito Di Natale (2 reti) e dal centrocampista svizzero Inler, sbanca Cesena: 3-0.  Nell'anticipo del mezzogiorno, tracollo del Palermo, che due volte in vantaggio, in casa, contro la Fiorentina, non riesce a mantenere il risultato e finisce per perdere 2-4. Sugli altri campi, pareggio tra Bari e Genoa, il Cagliar stende il Chievo con 4 gol, il Catania recupera in extremis e vince il casa con il Lecce (prima vittoria per Simeone, nuovo allenatore degli etnei) e infine, la Sampdoria batte in Bologna per 3-1.

BENE MILAN, VOLA IL NAPOLI - Il Milan va di corsa, in campo e in classifica. Nell'anticipo del 25° turno di Serie A gli uomini di Allegri tornano alla vittoria con un facile 4-0 al Parma, travolto già in avvio con le reti di Seedorf (smarcato da uno splendido tocco di prima di Ibrahimovic) e Cassano (primo centro in rossonero, questa volta l'assist-magia è di Gattuso). Al diavolo bastano 20 minuti di intensità e pressione per schiantare gli emiliani, spuntati con Crespo e Amauri davanti. Nella ripresa la scossa la dà Robinho, entrato per Seedorf: il brasiliano sfrutta due invenzioni di Fantantonio e solo davanti a Mirante non sbaglia. Il finale è in scioltezza. Unica nota l'ingresso in campo di Pato, ancora una volta poco brillante. Intanto continua il sogno del Napoli, che sabato sera umilia all'Olimpico la Roma, battuta per 2 reti a 0, entrambe del solito Cavani, arrivato a 20 gol in campionato. I campani rimangono a 3 punti dal Milan e ora non possono più nascondersi per lo scudetto. Contestato l'allenatore dell Roma, Claudio Ranieri, che aveva deciso di lasciare ancora una volta in panchina il capitano, Francesco Totti.

Serie A, 25° turno
Milan-Parma 4-0
Roma-Napoli 0-2
Palermo-Fiorentina 2-4
Bari-Genoa 0-0
Brescia-Lazio 0-2
Cagliari-Chievo 4-1
Catania-Lecce 3-2
Cesena-Udinese 0-3
Sampdoria-Bologna 3-1
Juventus-Inter 1-0

Classifica
Milan 52
Napoli 49
Lazio 45
Inter 44*
Udinese 43
Juventus 41
Palermo 40
Roma 39*
Cagliari 35
Fiorentina 32*
Chievo 31
Sampdoria 30*
Bologna 29*+**
Genoa 29*
Parma 26
Catania 26
Lecce 24
Brescia 22
Cesena 21
Bari 15

* una partita in meno
** tre punti di penalizzazione
*** 3 punti di penalizzazione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Nonsocrate

    13 Febbraio 2011 - 06:06

    Spero e credo che Cassano abbia trovato nel Milan quella società che gli riconosca non solo i meriti del suo fare ma anche del suo essere.Il Milan si distingue anche in queso,Cassano ha bisogno di sentirsi in famiglia ed il Milan è una grande famiglia.Auguri Antonio.

    Report

    Rispondi

blog