Cerca

Crisi-Inter, Moratti: "Stanchezza". Ma per Leo sono guai

Malumore alla Pinetina: Maicon, Motta e Sneijder non digeriscono le decisioni del tencico. Torna Mourinho?

Crisi-Inter, Moratti: "Stanchezza". Ma per Leo sono guai
L'Inter sta attraversando un "momento di crisi" dovuto "alla stanchezza fisica e mentale". Non nasconde né problemi né amarezza, Massimo Moratti, commentando la sconfitta per 2-0 a Parma dei nerazzurri, scivolati a -8 dal Milan e ormai virtualmente fuori dalla corsa scudetto. A rischio, anzi, c'è ora il terzo posto, con la Lazio a -3 (e sabato prossimo a San Siro c'è lo scontro diretto). Per non parlare dell'Udinese, che battendo il Napoli 2-1 al San Paolo ha dato una mano ai rossoneri e si è regalata un'altra speranza Champions.

MALUMORE ALLA PINETINA - Nello spogliatoio interista c'è malumore. Maicon e Motta sono rimasti a casa, sabato scorso, mentre Sneijder è partito dalla panchina. Con mister Leonardo, insomma, molti giocatori sono ai ferri corti. "Nei momenti di crisi tutto viene buttato sul tavolo specialmente dall'esterno, più che dall'interno - spiega Moratti -. Invece io credo che si debba considerare questo momento che stiamo attraversando per quello che è: un momento di caduta, dovuto a qualche fattore legato soprattutto alla stanchezza, fisica e automaticamente mentale". A chi domanda quale sia al momento la posizione di Leonardo, Moratti risponde: "Non credo che con Leonardo sia cambiato molto. Credo che lui abbia fatto uno sforzo fantastico fino al derby con il Milan nel quale ci si aspettava il massimo, invece forse il grave errore è stato quello di mandare i giocatori a giocare con le nazionali, facendoli tornare convinti di essere ancora in piena forma, invece erano molto stanchi". "Da lì - prosegue il presidente - è iniziato questo periodo nel quale l'allenatore cerca di fare quello che deve fare e lo fa bene. Naturalmente non è facilissimo frenare questa situazione, ma speriamo che da adesso si riprenda a fare le cose bene". La tranquillità non è di casa alla Pinetina: "Avremmo bisogno di una bella settimana di riposo, invece non è possibile perché abbiamo delle partite da giocare martedì (andata di semifinale di Coppa Italia, contro la Roma) e poi ancora sabato". Moratti commenta anche le voci secondo cui Josè Mourinho avrebbe effettuato la pre-iscrizione dei figli per il nuovo anno presso una scuola di Lugano: "L'ho letto sui giornali, ma comunque con Mourinho non c'è nulla".

Serie A, 33° turno
Roma-Palermo 2-3 (Totti rig., Vucinic; Pinilla rig., 2 Hernandez)
Milan-Sampdoria 3-0 (Seedorf, Cassano rig., Robinho)
Parma-Inter 2-0 (Giovinco, Amauri)
Catania-Lazio 1-4 (Schelotto; Hernanes, Mauri, Floccari, Zarate)
Cesena-Bari 1-0 (Bogdani)
Chievo-Bologna 2-0 (Constant, Marcolini)
Fiorentina-Juventus 0-0
Genoa-Brescia 3-0 (Rafinha, Berardi aut., Antonelli)
Lecce-Cagliari 3-3 (Mesbah, Fabiano, Corvia; 2 Acquafresca, Conti)
Napoli-Udinese 1-2 (Mascara; Inler, Denis)

Classifica
Milan 71
Napoli 65
Inter 63
Lazio 60
Udinese 59
Roma 53
Juventus 52
Palermo 47
Cagliari 44
Fiorentina 43
Genoa 42
Bologna 40 (-3)
Chievo 39
Catania 36
Parma 35
Lecce 35
Cesena 34
Sampdoria 32
Brescia 30
Bari 21

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog