Cerca

Ibra, niente sconti: 3 giornate di stop. Barbara nel Cda

Milan, respinto ricorso per lo svedese, squalifica confermata. La figlia di Berlusconi consigliera. Stasera Palermo in Coppa

Ibra, niente sconti: 3 giornate di stop. Barbara nel Cda
Milan senza Ibrahimovic per altre due partite. La corte federale della Figc ha infatti respinto il ricorso presentato dalla società rossonera contro la squalifica di tre turni comminata allo svedese per gli insulti al guardalinee in Fiorentina-Milan 1-2 del 10 aprile scorso, 32esima giornata di serie A. Ibra, dunque, dopo la gara contro la Sampdoria, salterà anche la trasferta di Brescia di sabato prossimo e il match a San Siro contro il Bologna. Non una buona notizia per mister Massimiliano Allegri, che dovrà fare a meno anche di Pato, bloccato per 15 giorni a causa di guai muscolari. In attacco, dunque, per i prossimi due appuntamenti, spazio alle uniche punte disponibili, Robinho e Cassano.

BARBARA C'E' - Ibrahimovic ci sarà invece questa sera, in Coppa Italia, nell'andata delle semifinali contro il Palermo, a Milano. In campo molti titolari, compresi Thiago Silva, Seedorf e Boateng. Davanti, Cassano e lo svedese. In tribuna probabile la presenza di Barbara Berlusconi, figlia del patron Silvio e da oggi ufficialmente nel Cda rossonero. L'assemblea dei soci, infatti, ha dato l'assenso alzando il numero dei soci da 12 a 13. "L'ingresso di Barbara Berlusconi - ha commentato l'ad Adriano Galliani - significa un rinnovato impegno della famiglia Berlusconi, impegno che non è mai mancato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorisvioni

    21 Aprile 2011 - 17:05

    Le ultime partite senza di lui erano andate molto meglio di quella di ieri. Speriamo bene. Il guaio grande é la mancanza di Pato.

    Report

    Rispondi

  • teomondo scrofalo

    21 Aprile 2011 - 11:11

    Il milan, nel corso dell'anno appena trascorso, ha accumulato, grazie all'oculata gestione di galliani, un debituccio di 70 milioni di euro. Ci penserà papi a ripianarlo di rùtasca sua. Chissà cosa ne penseranno i pensionati, i disoccupati, i precari.

    Report

    Rispondi

blog