Cerca

Olimpico, Juve 'al Pepe'. Lazio battuta 1-0

Serie A, un gol del centrocampista nel finale tiene incredibilmente accese le speranze Champions. Ora tremano i biancocelesti / PAGELLE

Olimpico, Juve 'al Pepe'. Lazio battuta 1-0
In un match dove il bel gioco è molto più che un’utopia, la Lazio perde l’occasione per mettersi quasi in tasca in 4° posto: perde 1-0 contro una Juve rinunciataria che grazie a  Pepe accorcia sulla zona Champions (ora -4). Nei primi 20’ c’è solo la Lazio: al 26’Brocchi di testa manda a lato. Al 33’ diagonale di sinistro di Floccari, Buffon respinge. Dopo qualche minuto però arriva l’occasione per la Juve: Muslera però è bravo a rimanere in piedi sulla conclusione di Matri. La ripresa comincia con una palla gol: Brocchi spara alto. Poi al 33’ Zarate non aggancia per poco da ottima posizione. Nel finale Pepe trova il gol mettendo alla sinistra di Muslera. La Lazio si lamenta per un rigore non concesso. Morale della favola, il gol del centrocampista bianconero tiene incredibilmente acceso il sogno Champions della Juventus: è a quattro punto dalla Lazio (quarta), ma davanti ha anche Roma e Udinese.

LAZIO 4-2-3-1
Muslera 7: attento nelle uscite. Bravissimo quando ipnotizza Matri che gli calcia dalla brevissima distanza.
Lichtsteiner 6:
non deve applicarsi in fase difensiva (Pepe si fa vedere poco dalla sua parte). Durante le sue sortite offensive riesce spesso a mettere cross pericolosi.
Biava 6.5: Matri e Del Piero non sembrano in serata di grazia. Lui se la cava bene, nel primo tempo si concede un paio di disimpegni eleganti (dal 26’ st Scaloni sv).
Dias 6: nessuna sbavatura dietro ed è pericoloso di testa in area della Juventus.
Garrido 6: il 25enne spagnolo sostituisce egregiamente l’infortunato Radu. Tiene bene Krasic e dimostra di avere un buon piede.
Ledesma 6.5: fa da scudo davanti alla difesa biancoceleste. Euclideo quando ha la palla tra i piedi.
Matuzalem 5.5: la posizione arretrata rispetto al solito lo tiene un po’ fuori dal gioco.
Hernanes 6: crea qualche grattacapo ai bianconeri calciando da fuori area.
Floccari 6: riesce a rendersi pericoloso anche da seconda punta. Bello il diagonale respinto da Buffon.
Brocchi 6: impiegato a sinistra sfiora due volte il gol.
Zarate 6.5: prima punta atipica: svaria forse troppo ma tiene in grande apprensione i difensori juventini.

JUVENTUS 4-4-2

Buffon 6.5: reattivo a mettere il piedone su Floccari. Poi è preciso negli altri interventi della serata.
Motta 5.5: bloccato sulla linea di difesa e in difficoltà quando viene puntato (dal 26’ st Salihamidzic sv).
Barzagli 6.5: viene preferito a Bonucci. Certamente non lo fa rimpiangere.
Chiellini 7:bene quando va in anticipo costringe Zarate a partire da dietro.
Grosso 6.5: altra buona prestazione: va su giù sulla fascia producendo cross ficcantissimi.
Krasic 5: arruffone. Lo raddoppiano e lui non fa latro che allungarsi la palla e poi perderla.
Melo 5: impreciso, da un paio di sue palle perse nascono contropiedi pericolosi della Lazio.
Aquilani 6: prova a mettere ordine ma non gli riesce sempre.
Pepe 7:nel finale trova il gol della vittoria.
Matri 5: si mangia l’occasione più ghiotta del match (dal 26’ st Toni sv).
Del Piero 5.5: è controllato bene da Biava e Dias, comunque in serata no.

pagelle di Tiziano Ivani

LA CLASSIFICA DI SERIE A
Milan 77
Inter 69
Napoli 68
Lazio 60
Roma 59
Udinese 59
Juventus 56
Palermo 50
Fiorentina 49
Genoa 45
Cagliari 44
Chievo 42
Parma 41
Bologna 40*
Catania 40
Cesena 37
Sampdoria 36
Lecce 35
Brescia 31
Bari 21

* 3 punti di penalizzazione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolo44

    03 Maggio 2011 - 19:07

    1°: La Lazio complessivamente ha giocato meglio della Juve, anche se le occasioni da gol sono state meno. La Juve non ha rubato nulla. 2° C' è stato un rigore nettissimo su Melo, (abbracciato ed affondato in piena area, mentre arrivava la palla) e NESSUNO ne parla o lo fa vedere. 3° Il rigore su Floccari forse c'era (certamente non così plateale come vorrebbero i tg), ma il giocatore ha vergognosamente trascinato la gamba per due metri, ed ovviamente l'arbitro ha pensato alla simulazione. 4° forse la Roma è stata avvantaggiata dai rigori (come sempre, grazie alla strapotenza RAI) ma Lotito farebbe meglio a piantarla di stracciarsi le vesti ogni minuto e sparare a vanvera. 5° La favola dei campionati vinti "da qualcuno" per meriti "arbitrali" è morta al processo di Napoli.Ed è morta definitivamente anche negli ultimi 5 anni dove (sparita la presunta Cupola ) è successo di tutto ,di più e di peggio,anche se i media volutamente lo ignorano.

    Report

    Rispondi

  • roby64

    03 Maggio 2011 - 12:12

    Quindi il mancato rigore a Floccari è la smaccata evidenzia del favoritismo arbitrale a favore della Roma? Quindi se la Lazio avesse segnato su azione l'arbitro lo avrebbe annullato? Il prossimo turno prevede scontro tra Udinese e Lazio,la Roma in casa col Milan che vorra' festeggiare lo scudetto e la Juve in casa col Chievo quasi salvo.Da questo turno potrebbe trarne il maggior vantaggio proprio la Juve se dagli altri scontri non esce un vincitore ed è difficile che la Roma possa battere il Milan supermotivato.I rigori dati alla Roma,come a qualunque altra squadra,qualcuno era piu' evidente altri meno,ma c'è un altro particolare che spesso si dimentica..in passato c'è stato chi con rigori e favori "mirati" ha vinto i campionati,mentre a Roma non hanno vinto nulla grazie ai rigori.La Lazio nel 95/96 con campionato a 18 squadre ne ricevette 14 a favore ma non vinse nulla lo stesso.In passato l'Inter non subi' un rigore contro per 82 turni di fila..ne vogliamo parlare?

    Report

    Rispondi

  • vinpac

    03 Maggio 2011 - 11:11

    Come era facilmente prevedibile la Lega calcio, dominata fino a qualche mese fa da un signora, che è poi passato a dirigere le relazioni esterne della Banca proprietaria della Roma, non perde occasione per favorire la Lupa. Per l'intero campionato gli arbitri non hanno fatto oltre che concedere rigori ai giallorossi (non c'è nessuno che controlli il numero dei rigori stessi assegnati nei campionati precedenti?), non hanno fatto altro che negarli alle squadre rivali (v. da ultimo il sacrosanto rigore negato a Floccari) e da ultimo sono diventati sordi alle ingiurie dell' 8° re di Roma (Povera Urbe, come sei caduta!)

    Report

    Rispondi

blog