Cerca

Mourinho, 5 turni di squalifica. Ma il Real è con lui

La Uefa non fa sconti, Josè paga l'attacco all'Unicef. Ma Florentino Perez e Cristiano Ronaldo stanno col tecnico: "Il Barca ha rubato"

Mourinho, 5 turni di squalifica. Ma il Real è con lui
Saranno cinque le giornata di squalifica per il tecnico del Real Madrid Josè Mourinho. Lo ha reso noto la Uefa, sanzionando lo Special One per il comportamento offensivo tenuto al Bernabeu durante la semifinale di andata della Champions League contro il Barcellona, nonchè per le dichiarazioni rese al termine dell'incontro in conferenza stampa. Nell'ormai arcinoto discorso dei 20 perchè, Mourinho era arrivato ad accusare i rivali catalani di aver ottenuto facilitazioni per via dello sponsor Unicef.

5 GIORNATE, MA FLORENTINO E' CON JOSE' - Dopo l'eliminazione in Coppa, la squalifica Uefa rischiava di portare ulteriore maretta in casa madridista. Invece l'intero club si è schierato dalla parte di Josè.
Innanzitutto, in un comunicato stampa, il Real Madrid, si è affrettato a precisato che le giornate effettive di squalifica per il prossimo anno saranno 3, visto che la prima delle cinque è stata già scontata da Mourinho nella partita di ritorno della semifinale di Champions, giocata al Camp Nou di Barcellona martedì scorso, e che un’altra giornata è stata sospesa per tre stagioni e sarà comminata solo in caso di comportamenti recidivi contro il regolamento da parte del tecnico. Mourinho è stato anche multato di 50 mila euro, ma non sono cifre che possano impensierire il patron Florentino Perez.

MOU E RONALDO: "UN FURTO" - Persino la prima donna Cristiano Ronaldo, che era sembrata restia a cedere allo Special One il ruolo di stella sul cielo di Madrid, si è schierato al fianco del connazionale. A portata di telecamera, i due si sono lasciati andare ad un eloquente gesto con la mano: hanno accarezzato l'aria con le cinque dita, a voler ricordare la "rapina" subita dal Barcellona. La linea societaria stà tutta in questo atto di scherno.
Un concetto già espresso a caldo da Iker Casillas: "Gli arbitri ci hanno derubato". E all’aeroporto di Barcellona, scesi sconfitti ma non domati dall'aereo, Mourinho e Cristiano Ronaldo hanno ribadito il concetto con quel gesto eloquente carpito dalle tv.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gyxo

    18 Agosto 2011 - 10:10

    Questo signore pieno di presunzione ,forte di aver vinto in Italia una coppacampioni con comportamenti violenti nelle due partite con il Barcellona,approdato nel club più ricco del mondo credeva di poter vincere tutto il vincibile.La realtà dimostra che sia in campionato che nelle varie coppe il barcellona continua a strapazzare il real anche nei momenti di scarsa preparazione.Non è bastata la sonora sconfitta con 5 goal subiti in campionato.Abbiamo visto che il maestro di violenze ha istruito bene i suoi giocatori ed il real madrid nella sua storia non era mai stato violento.Poi lo stesso stregone portoghese infila un dito negli occhi del vice di guardiola.Per me questo qui è pazzo.Se fossi in federazione spagnola lo squalificherei per almeno 10 giornate.

    Report

    Rispondi

  • amleto111

    06 Maggio 2011 - 19:07

    Tanto non riesce a capire il suo problema,non si comporterà mai come una "persona".

    Report

    Rispondi

  • roby347

    06 Maggio 2011 - 18:06

    Ancora Mou ! Basta,tanto solo in Italia gli davano importanza. Troppo poche 5 giornate : lo dovevano sanzionare a VITA !!!! Basta non se ne puo' piu' di Mou-lagno!!!!!

    Report

    Rispondi

blog